(ANSA/ GIUSEPPE LAMI)

Cosa pensa il Papa di Emma Bonino

Dice che «ha offerto il miglior servizio all’Italia per conoscere l’Africa», e che non gli importa se ha idee molto diverse dalla Chiesa

(ANSA/ GIUSEPPE LAMI)

Sul Corriere della Sera di lunedì 8 febbraio Massimo Franco ha raccolto alcune delle cose che ha detto Papa Francesco durante alcuni incontri a Casa Santa Marta, in Vaticano. Franco non fornisce molti dettagli sul contesto degli incontri né su quali e quante persone vi abbiano partecipato, ma attribuisce al Papa diversi virgolettati interessanti: racconta che Bergoglio ha parlato della visita a Cuba durante la quale incontrerà il patriarca Kirill di Mosca, il capo della chiesa ortodossa, e della crisi dei migranti, tra le altre cose. Il Papa, racconta Franco, ha parlato anche dell’ex ministro degli Esteri Emma Bonino, storica esponente del Partito Radicale e che a partire dagli anni Settanta ha condotto tante battaglie in aperto contrasto con le posizioni della Chiesa cattolica, dall’aborto al divorzio all’eutanasia, e che negli ultimi anni ha svolto un apprezzatissimo lavoro di mediatore internazionale. Il Papa ha detto:

«È la persona che conosce meglio l’Africa. E ha offerto il miglior servizio all’Italia per conoscere l’Africa. Mi dicono: è gente che la pensa in modo molto diverso da noi. Vero, ma pazienza. Bisogna guardare alle persone, a quello che fanno»

Il Papa ha anche parlato dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dicendo:

«Quando Napolitano ha accettato per la seconda volta, a quell’età, e sebbene per un periodo limitato, di assumersi un incarico di quel peso, l’ho chiamato e gli ho detto che era un gesto di “eroicità” patriottica»

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.