(Isaac Lawrence/AFP/Getty Images)

Cos’è Dalian Wanda

Un grosso gruppo industriale cinese controlla moltissime società in tutto il mondo e ha appena comprato Legendary Entertainment, un importante studio di Hollywood

(Isaac Lawrence/AFP/Getty Images)

Il 12 gennaio Dalian Wanda – un’importante società cinese con investimenti e attività nei settori dell’intrattenimento, dell’edilizia e del turismo – ha comprato, spendendo l’equivalente di 3,2 miliardi di euro, lo studio cinematografico statunitense Legendary Entertainment (quello che ha prodotto Jurassic World, Interstellar e i tre Batman di Christopher Nolan). Legendary Entertainment è uno dei più importanti studi cinematografici di Hollywood ed è il primo a essere comprato da una società cinese. Nelle ultime ore l’acquisizione di Legendary Entertainment da parte di Dalian Wanda è stata molto discussa: un po’ per questioni economiche (apre nuove prospettive per l’industria del cinema in Cina) e un po’ perché Wang Jianlin, il presidente di Dalian Wanda, è un imprenditore a sua volta piuttosto discusso. Jianlin ha 61 anni e l’Economist, che alcuni mesi fa gli ha dedicato l’articolo “It’s a Wanda-ful life” – ha riassunto così i suoi primi 35 anni di vita:

Suo padre era un eroe militare comunista e aveva combattuto con Mao. Grazie alla sua influenza, Jinlang è entrato a 15 anni nell’Esercito Popolare di Liberazione e ha così potuto evitare le peggiori privazioni della Rivoluzione culturale. Dopo 17 anni nell’esercito, Jianlin ha deciso che il futuro non era fatto per i generali ma per gli imprenditori. Così nel 1988, dopo un periodo da burocrate, si è fatto prestare 80mila dollari e ha fondato una società per l’edilizia a Dalian, una città nel nord-est della Cina.

Wang Jianlin (Isaac Lawrence/AFP/Getty Images)HONG KONG-CHINA-STOCKS-PROPERTY-IPO

Negli anni Dalian Wanda – che il New York Times ha descritto come “una delle prime società a partecipazione azionaria della Cina Comunista” – si è ampliata in numerosi settori. Oggi i ricavi di Dalian Wanda sono di circa 40 miliardi di dollari l’anno: il gruppo possiede circa 125 grandi centri commerciali (Wanda Plazas), un centinaio di grandi magazzini e circa 80 alberghi di lusso. Dalian Wanda controlla anche la più importante catena di multisala della Cina (Wanda Cinema Line), la seconda più importante degli Stati Uniti (AMC) e la seconda più importante in Australia (Hoyts).

Il gruppo fondato e presieduto da Jianlin ha anche acquistato Sunseeker International (un importante produttore britannico di yacht) e il marchio Ironman (quello usato per le più lunghe e difficili gare di triathlon). Dalian Wanda ha anche interessi nel calcio europeo: controlla il 25 per cento della squadra spagnola Atletico Madrid e poco meno di un anno fa ha pagato più di un miliardo di euro per Infront Sports, la controversa società svizzera di consulenza che gestisce la vendita dei diritti televisivi delle più importanti partite di calcio giocate in tutto il mondo. L’Economist ha definito Jianlin una persona di “ambizioni napoleoniche” e gli affari della Dalian Wanda sono spesso discussi perché sospettati di essere guidati dal governo cinese. Dell’acquisizione di Infront si è per esempio detto che fosse un’importante mossa della Cina per favorire – attraverso il controllo di una società che nel calcio è molto rilevante (secondo alcuni in modo illecito) – la candidatura della Cina a ospitare i Mondiali del 2026.

Anche dopo l’acquisizione di Legendary Entertainment c’è chi ha visto negli affari di Dalian Wanda un tentativo di sfruttare la comunicazione per «promuovere e migliorare l’immagine della Cina». Quest’ipotesi sembrerebbe confermata dal fatto che si parlava già da tempo dell’acquisizione di Legendary Entertainment da parte di Dalian Wanda e che negli ultimi anni la casa di produzione ha lavorato – tra gli altri – a un film intitolato The Great Wall: uscirà a fine 2016, il protagonista sarà Matt Damon, il regista sarà il cinese Zhang Yimou. Non si sa ancora quasi nulla della trama: solo che parlerà della Grande Muraglia cinese.

Il Wall Street Journal scrive invece che l’acquisizione di Legendary Entertainment da parte di Dalian Wanda ha importanti ed evidenti ragione economiche, che hanno a che fare con i possibili affari nel mondo del cinema più che con la propaganda cinese. Aggiungendo Legendary Entertainment a AMC, Dalian Wanda controlla ora buona parte della filiera cinematografica degli Stati Uniti, il più importante mercato cinematografico al mondo. Inoltre Dalian Wanda potrà così anche evitare le restrizioni che il governo cinese mette all’ingresso in Cina di film statunitensi. Nei cinema cinesi sono ammessi ogni anno non più di 34 film stranieri. Il fatto che Legendary Entertainment sia controllata da una società cinese permetterà alla casa di produzione statunitense di far risultare i film da lei prodotti come non stranieri, occupando al meglio il mercato cinematografico cinese, che, secondo le stime di Hollywood Reporter, nel 2017 diventerà il mercato cinematografico più importante del mondo.