• Cultura
  • mercoledì 23 Dicembre 2015

Libri per gente che corre o cammina

Regali all'ultimo minuto per appassionati di jogging o di passeggiate, da Zátopek ai tarahumarta, da Marco Olmo a Paolo Poli

È statisticamente probabile che tra i destinatari di un regalo dell’ultimo minuto – fidanzate del cugino, cognati della cognata, genitori del consuocero, pronipoti che si ignorava di avere – ce ne sia qualcuno che va a correre, o almeno a camminare. Negli ultimi anni l’utilizzo delle gambe per muoversi e tenersi in forma si è diffuso al punto che davanti a ogni semaforo rosso c’è sempre qualcuno in tutina di lycra e auricolari che corre da fermo per non perdere il passo in attesa del verde. Distinguere chi cammina per spostarsi da chi lo fa per piacere è più difficile, ma sono tanti quelli che vanno al lavoro a piedi, se non altro per controllare ogni sera sul telefonino quanti chilometri hanno percorso quel giorno. Passeggiare è un’attività che fa bene, pressoché universale e ideologicamente neutra, che permette al cervello di pensare.  A regalarli, quasi sempre si fa bella figura. Nella lista sei sono per chi va di corsa, altri quattro per chi è in cammino.