• Mondo
  • sabato 19 Dicembre 2015

“Sei favorevole o contrario a bombardare Agrabah?”

Lo ha chiesto una società di sondaggi agli elettori americani, senza specificare che la città citata è quella di "Aladdin": e in molti hanno risposto come se Agrabah esistesse davvero

Secondo un sondaggio fatto da Public Policy Polling (PPP), un’importante società americana che si occupa di sondaggi, il 30 per cento degli elettori Repubblicani pensa che gli Stati Uniti dovrebbero bombardare Agrabah, il paese di fantasia dove è ambientato il film di animazione Disney “Aladdin”, mentre il 13 per cento di loro si oppone all’intervento. I Democratici, invece, sono per non immischiarsi nelle faccende del paese di fantasia: il 36 per cento di loro dice che non bisognerebbe partecipare ai bombardamenti, mentre il 19 per cento è favorevole. Questo significa che il 43 per cento dei Repubblicani e il 55 per cento dei Democratici credono che Agrabah sia un paese reale (PPP ha inserito la domanda nel suo sondaggio senza ovviamente dire che si trattava del paese di Aladdin). Diversi giornalisti hanno notato come molti americani siano favorevoli a un intervento militare quando il nome della città da colpire ricorda qualcosa vicino al Medio Oriente.

Gli elettori Repubblicani hanno anche risposto ad altre domande riguardo all’Islam. Ad esempio, il 26 per cento di loro ha detto che l’Islam dovrebbe essere reso illegale negli Stati Uniti, il 28 per cento si è dichiarato d’accordo con i campi di internamento per i giapponesi nella Seconda Guerra Mondiale, mentre il 28 per cento ha detto che bisognerebbe chiudere le moschee.

PPP è considerata vicina al Partito Democratico, perché accetta tra i suoi clienti soltanto fondazioni progressiste e candidati Democratici. Jim Williams, portavoce di PPP, ha detto che la società ha avuto l’idea del sondaggio guardando l’ultimo dibattito tra i candidati alle primarie del Partito Repubblicano, quasi completamente dedicato alle questioni del Medio Oriente. PPP è una società seria e le sue misurazioni sono in genere considerate piuttosto precise, ma quello di Agrabah non è il primo sondaggio “spiritoso” che produce. In passato aveva chiesto agli americani se gli hipster dovessero pagare una tassa speciale e se gli elettori repubblicani credevano che Barack Obama potesse entrare in paradiso. Aveva anche misurato il livello di approvazione di Dio.