(NATALIA KOLESNIKOVA/AFP/Getty Images)

Cosa pensa Vladimir Putin di Donald Trump

Il presidente russo ha detto che si troverebbe bene a lavorare con Trump, e che è «un personaggio brillante e di talento»

(NATALIA KOLESNIKOVA/AFP/Getty Images)

Il presidente russo Vladimir Putin ha tenuto a Mosca, nella mattina di givoedì 17 dicembre, la sua annuale conferenza stampa di fine anno. Erano presenti circa 1.400 giornalisti accreditati per partecipare all’evento (secondo fonti ufficiali russe). La conferenza è durata circa tre ore e Putin ha parlato molto di politica estera, specialmente di Turchia, Siria e Ucraina; tra le altre cose però ha anche parlato dell’ex presidente FIFA Sepp Blatter e del candidato presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Di Blatter, Putin ha detto che meriterebbe un premio Nobel. Parlando di Trump invece ha detto, dopo la fine della conferenza stampa ufficiale:

È un personaggio brillante e di talento.

Secondo quanto riferito da Interfax Putin ha anche detto che Trump è “l’assoluto leader della corsa presidenziale” e che la Russia accetterebbe volentieri di sviluppare un legame più profondo tra Russia e Stati Uniti durante una eventuale presidenza di Trump. Le parole di Putin sono arrivate al termine della sua conferenza stampa, mentre lui parlava circondato da molti giornalisti (parlando ovviamente in russo). Le parole di Putin sono quindi state sentite, riportate e tradotte con diverse sfumature. Al di là delle piccole variazioni di significato quello di Putin è comunque stato un diretto apprezzamento nei confronti di Trump.

A ottobre Trump aveva detto di Putin, parlando con CNN«Penso che potrei andare molto d’accordo con lui. E non credo che ci sarebbero gli stessi problemi che ci sono al momento».