Inondazioni a Carlisle, nella contea di Cumbria, 6 dicembre 2015 (Jeff J Mitchell/Getty Images)
  • Mondo
  • lunedì 7 Dicembre 2015

Le foto delle alluvioni nel nord del Regno Unito

Le forti piogge hanno lasciato almeno 60 mila case senza elettricità, diverse scuole sono chiuse e sette linee ferroviarie sono ferme

Inondazioni a Carlisle, nella contea di Cumbria, 6 dicembre 2015 (Jeff J Mitchell/Getty Images)

Durante lo scorso fine settimana, le forti piogge causate dalla tempesta Desmond e le conseguenti inondazioni hanno lasciato almeno 60 mila case senza elettricità nel nord-ovest del Regno Unito: le contee più colpite sono quelle inglesi Lancashire e Cumbria. I soccorsi, compreso l’esercito, sono attualmente al lavoro, diverse persone sono state evacuate dalle loro abitazioni e anche i pazienti da alcuni ospedali: nella contea di Cumbria 33 scuole sono rimaste chiuse e lo saranno almeno fino a domani. Le interruzioni di corrente hanno costretto alla chiusura di 10 scuole anche nel Lancashire. In diverse zone manca l’acqua potabile.

Il brutto tempo ha portato alla chiusura anche di alcune strade e di sette linee ferroviarie già da domenica 6 dicembre: si prevede che non torneranno a funzionare per alcuni giorni. Gli ingegneri, con generatori provenienti da tutto il Regno Unito, sono al lavoro da diverse ore; la situazione della corrente elettrica dovrebbe tornare alla normalità entro la sera di lunedì 7 dicembre (attualmente sono ancora senza energia 7.408 case). Oggi David Cameron si riunirà con il comitato per le emergenze del governo per valutare un’adeguata risposta alla situazione.