• Cultura
  • giovedì 26 Novembre 2015

I film che nel 2015 sono stati un flop

In inglese un film che va male nonostante le aspettative si chiama "turkey", tacchino: il Giorno del Ringraziamento è quindi quello giusto per questa classifica

Il 26 novembre negli Stati Uniti si è festeggiato il Giorno del Ringraziamento, la festa in cui, per tradizione, si mangia il tacchino ripieno, che in inglese si chiama – anche prima di essere ripieno – “turkey”. Nel gergo dello spettacolo i “turkeys” sono però un’altra cosa: sono per esempio quei film che vanno male, molto peggio delle attese. Il sito Forbes ha fatto una lista dei 15 “turkeys” del 2015, i film flop dell’anno: quelli in cui il divario tra incassi e costi è stato più evidente. Usciranno altri film, in questo 2015, parte del loro guadagno potrebbe però arrivare nel 2016 (a differenza dei film di questa classifica). Sembra che i film flop si chiamino “turkeys” per un motivo ben preciso: sono un po’ come il tacchino “riscaldato” e avanzato che si mangia i giorni successivi alla festa del Ringraziamento. Prima era qualcosa di molto atteso: dopo è qualcosa di già visto, che dà noia.

Quasi tutti i film della classifica di Forbes sono già usciti in Italia: alcuni – Un tuffo nel passato 2, per esempio – sono andati così male che dai cinema italiani non sono nemmeno passati. In classifica ci sono anche dei film che sono ancora nei cinema e avranno quindi modo di incassare ancora un po’ di soldi: non è una classifica definitiva, è però già molto attendibile. Un film fa gran parte dei suoi incassi negli Stati Uniti, nei primi 10-15 giorni dalla sua uscita. In molti casi è anzi già sufficiente il primo weekend nei cinema per capire come andrà un film.