• Sport
  • martedì 3 Novembre 2015

La risposta di Yamaha al comunicato di Honda sul sorpasso Rossi-Marquez

Dice che le accuse a Valentino Rossi presenti nel comunicato di Honda «non corrispondono a quanto osservato dalla Direzione di Gara»

Ieri l’azienda giapponese Honda, che produce auto e motociclette e gestisce una squadra nella MotoGP, ha diffuso un lungo comunicato per commentare il controverso sorpasso di Valentino Rossi (che è un pilota Yamaha) su Marc Marquez (che è un pilota Honda) due domeniche fa durante il Gran premio di Sepang.
Facendo riferimento a due comunicati, quello di ieri e uno diffuso da Repsol Media Service domenica 25 ottobre, Yamaha ha risposto oggi pubblicando a sua volta un breve comunicato:

Yamaha esprime il suo dissenso rispetto alle parole che sono state usate per descrivere l’incidente occorso tra i piloti Valentino Rossi e Marc Marquez.
Entrambi i comunicati stampa includono parole che accusano Valentino Rossi di aver dato un calcio alla moto di Marc Marquez, cosa che non è stata provata dalla Direzione di Gara.
Per questo respingiamo le parole usate nei comunicati citati, che non corrispondono a quanto osservato dalla Direzione di Gara.
Yamaha non ha intenzione di tornare a discutere di questo sfortunato episodio: il nostro desiderio è concludere la stagione del MotoGP 2015 nel miglior modo possibile.
Andremo a Valencia con l’intenzione di fare del nostro meglio per vincere quella che speriamo sarà una finale memorabile, e speriamo che tutti i piloti e le squadre competano in modo esemplare e sportivo, adeguato alla più alta categoria delle competizioni motociclistiche a cui appartengono.