• Mondo
  • mercoledì 28 Ottobre 2015

Le foto della chiesa riemersa in Messico

Solitamente è sommersa da 30 metri d'acqua ma la siccità ha ridotto di oltre 24 metri il livello del fiume Grijalva

A Nueva Quechula, in Chiapas, Messico, sono emersi dalle acque del fiume Grijalva i resti del Tempio di Santiago, una chiesa risalente alla metà del XVI secolo. L’edificio fu costruito nel 1564 dai frati domenicani e abbandonato dopo l’epidemia di peste che colpì la zona tra il 1773 e il 1776: dal 1966, anno di costruzione della diga di Nezahualcoyotl, è solitamente sommerso da 30 metri di acqua; negli ultimi giorni però la siccità ha ridotto di oltre 24 metri il livello dell’acqua, facendo riemergere la chiesa. La struttura è lunga 61 metri, larga 14 e con un’altezza di 10 metri. La chiesa era già emersa dalle acque in occasione di un altro periodo di siccità, nel 2002.