• Mondo
  • lunedì 26 Ottobre 2015

Le nuove riunioni familiari in Corea

Sono le prime dopo quasi cinque anni: 500 sudcoreani potranno incontrare i loro parenti in un resort in Corea del Nord

Dalla scorsa settimana in Corea del Nord è iniziato un nuovo ciclo di riunioni tra le famiglie separate dalla Guerra di Corea di sessant’anni fa, quella che portò alla divisione tra Corea del Nord e Corea del Sud. Le riunioni familiari sono conseguenza di un accordo raggiunto lo scorso agosto dai delegati della Corea del Nord e della Corea del Sud come parte di un programma per ammorbidire le relazioni diplomatiche tra i due paesi, che formalmente sono ancora in guerra tra loro: quello di questi giorni è il secondo ciclo di riunioni familiari degli ultimi cinque anni. Circa 500 sudcoreani, molti dei quali anziani, dallo scorso 20 ottobre sono partiti a bordo di autobus messi a disposizione del governo per la Corea del Nord per incontrare i propri parenti, in un resort sul Monte Kumgang (il nome significa “montagna di diamanti”), nella zona nordcoreana demilitarizzata, lungo il confine con la Corea del Sud. In Corea del Sud sono oltre 65mila le persone sulla lista d’attesa dei candidati per le riunioni familiari.