(Tullio M. Puglia/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 4 Ottobre 2015

Milan-Napoli, le cose da sapere

È la partita più attesa della settima giornata di Serie A: una guida, con le probabili formazioni e tutto il resto

(Tullio M. Puglia/Getty Images)

Milan-Napoli si giocherà stasera alle 20.45 allo Stadio San Siro di Milano, nell’ambito della settima giornata di Serie A (è uno dei due posticipi, insieme a Fiorentina-Atalanta). Milan e Napoli non stanno attraversando un periodo di particolare forma, né sono molto avanti in classifica: tutte e due le squadre però hanno bisogno di vincere per raddrizzare un inizio di campionato sotto le aspettative, e quindi la partita è comunque molto attesa. Il Napoli ha iniziato la stagione in maniera molto altalenante, con alcune vittorie convincenti come quella nell’ultima giornata contro la Juventus e altre prestazioni più mediocri. Il Milan ha mostrato nelle prime sei giornate un gioco complessivamente migliore a quello dello scorso anno, ma continua ad avere diversi problemi in difesa. Entrambe le squadre hanno cambiato allenatore dalla passata stagione: a Napoli è arrivato Maurizio Sarri, apprezzato ex allenatore dell’Empoli, mentre il Milan ha ingaggiato Siniša Mihajlović, che prima era alla Sampdoria. Al momento Napoli e Milan hanno gli stessi punti in classifica, 9, e sono rispettivamente in decima e undicesima posizione.

Come ci arriva il Milan

Meno bene del previsto. Dopo i grossi cambiamenti dell’estate – l’arrivo, tra gli altri, degli attaccanti Carlos Bacca, Luiz Adriano e Mario Balotelli – ci si aspettava un inizio di stagione più convincente. Il Milan ha faticato a ottenere vittorie nette: nelle tre partite vinte finora – contro Empoli, Palermo e Udinese – ha mostrato un gioco tutto sommato discreto e ha anche segnato dei bei gol, ma ha sempre concesso alla squadra avversaria di recuperare a causa di grossi errori e disattenzioni difensive. Ha vinto sempre di un solo gol di scarto.

Se in difesa le cose non vanno molto bene, in attacco qualche segnale positivo c’è stato. I due nuovi attaccanti, Carlos Bacca e Luiz Adriano, hanno mostrato una buona intesa, e Mario Balotelli è stato il migliore in campo nella partita contro l’Udinese, in cui ha segnato un gran gol su punizione. Questa sera Balotelli partirà dalla panchina: giocheranno Bacca e Adriano, mentre a centrocampo Mihajlović ha confermato Giacomo Bonaventura, forte centrocampista offensivo che ha giocato molto bene nelle prime partite, segnando due gol e servendo tre assist. In difesa è squalificato Alessio Romagnoli, altro importante acquisto estivo che però finora ha un po’ deluso.

Come ci arriva il Napoli

Meglio, se consideriamo l’ultima settimana. Sabato scorso ha vinto in casa contro la Juventus, una delle squadre più forti della Serie A, anche se in difficoltà. Il Napoli è riuscito a controllare bene la partita, costringendo i giocatori della Juventus a fare molti errori. Da un grossolano passaggio sbagliato a metà campo del centrocampista della Juventus Hernanes, il Napoli ha segnato il suo secondo gol, dopo una bella azione in contropiede di Gonzalo Higuain, l’attaccante più forte del campionato e in un momento di grande forma. Sta giocando molto bene anche Lorenzo Insigne, che aveva saltato buona parte della scorsa stagione per un infortunio, ma che quest’anno si è inserito bene e ha già segnato tre gol e fatto due assist.

Il Napoli non ha cambiato molti giocatori rispetto alla scorsa stagione, ma l’acquisto principale, il centrocampista brasiliano Allan arrivato dall’Udinese, si sta rivelando molto importante. Fino alla partita contro la Juventus, comunque, il Napoli aveva giocato in maniera molto altalenante: aveva stravinto per 5 a 0 contro la Lazio, arrivata seconda in campionato l’anno scorso, ma aveva pareggiato contro il Carpi, Empoli e Sampdoria e addirittura perso contro il Sassuolo. In Europa League le cose stanno andando meglio: il Napoli ha vinto per 5 a 0 la prima partita, contro il Club Brugge, e per 2 a 0 la seconda, contro il Legia Varsavia. L’impressione è che dopo un inizio complicato, il nuovo allenatore Maurizio Sarri stia riuscendo a lavorare meglio con i giocatori e a dare un gioco e un’identità alla squadra.

Le probabili formazioni secondo il Veggente:

MILAN: Diego Lopez; De Sciglio, Ely, Zapata, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Luiz Adriano, Bacca.
Panchina: Abbiati, Donnarumma, Calabria, Alex, Mauri, Poli, De Jong, Nocerino, Honda, Suso, Cerci.
Squalificati:
Romagnoli.
Indisponibili: Balotelli, Abate, Menez, Niang

NAPOLI: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne.
Panchina: Rafael, Gabriel, Strinic, Henrique, Chiriches, Maggio, David Lopez, Chalobah, Valdifiori, El Kaddouri, Mertens, Gabbiadini.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: nessuno.

Come vederla

Milan-Napoli sarà trasmessa in diretta – sia in tv che in streaming, a pagamento – da Sky Sport e da Mediaset Premium. In tv sarà visibile sui canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1 (canali 201 e 251 di Sky) e su Premium Sport di Mediaset Premium (canale 380 del digitale terrestre). In streaming su computer, tablet e Milan-Napoli sarà visibile tramite i servizi di streaming Sky Go e Premium Play.