Vladimir Putin ed Elton John.

Putin non ha mai chiamato Elton John: era uno scherzo telefonico

Due conduttori televisivi russi hanno finto di essere il presidente russo per parlare di diritti dei gay, Elton John li ha anche ringraziati pubblicamente

Vladimir Putin ed Elton John.

Mercoledì due noti conduttori di un programma televisivo molto popolare in Russia hanno ammesso di essere i responsabili di uno scherzo telefonico fatto al cantautore britannico Elton John. La storia va avanti da diversi giorni e riguarda la questione dei diritti dei gay in Russia.

Lo scorso fine settimana Elton John, che è gay, aveva definito l’atteggiamento di Putin nei confronti dei gay “ridicolo”, criticando in particolare una legge russa approvata nel 2013 che vieta la diffusione della propaganda relativa a “relazioni sessuali non tradizionali”. John aveva anche detto a BBC: «Mi piacerebbe incontrarlo [Putin], mi piacerebbe sedermi e parlare con lui». Poi, lunedì sera, John aveva annunciato su Instagram di avere parlato al telefono con Putin sui diritti dei gay. Aveva scritto: «Grazie al presidente Vladimir Putin per avermi contattato e per avere parlato con me oggi al telefono. Non vedo l’ora di incontrarlo faccia a faccia per discutere dell’eguaglianza LGBT in Russia».

In realtà Elton John non aveva parlato con il vero presidente Vladimir Putin, ma con Vladimir Krasnov – conosciuto con il nome di “Vovan” – e Alexei Stolyarov – conosciuto con il nome di “Lexus”. Nella telefonata il primo aveva interpretato Putin, il secondo Dmitry Peskov, il portavoce del presidente, fingendo di fare la traduzione dall’inglese al russo.

Prima che i due ammettessero di essere stati i responsabili dello scherzo telefonico, il Cremlino aveva già negato l’esistenza della telefonata. Krasnov ha detto al giornale russo Komsomolskaya Pravda:

«Sì, siamo stati noi. […] Pensavamo che non fosse credibile che Putin volesse incontrarlo o chiamarlo al telefono, almeno non così rapidamente. Ma sembrava che Elton John stesse aspettando davvero la sua chiamata, e così lui ha creduto subito di stare parlando con le persone che abbiamo detto di essere. Ci ha detto: “Grazie, mi avete svoltato la giornata. Questo giorno e questa conversazione sono stati i più incredibili e belli della mia vita”»

Stolyarov e Krasnov non hanno spiegato il motivo per cui hanno deciso di fare lo scherzo telefonico a Elton John. In passato gli obiettivi dei loro scherzi telefonici erano stati soprattutto celebrities russe e nemici politici del presidente Putin, come per esempio l’ex presidente georgiano Mikhail Saakashvili e l’ex pugile e ora sindaco di Kiev Vitali Klitschko.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.