• Cultura
  • mercoledì 19 Agosto 2015

Dismaland, il parco dei divertimenti di Banksy

"Divertimenti", più o meno, però ora è ufficiale: sarà aperto dal 22 agosto per sei settimane, in Inghilterra

L’artista Banksy ha confermato a BBC che il Tropicana – una spiaggia abbandonata e solitamente deserta di Weston-super-Mare, una località balneare nel Somerset inglese – ospiterà un “parco dei divertimenti” da lui progettato. Il parco si chiamerà “Dismaland” e ovviamente non è un normale “parco dei divertimenti”: il suo simbolo, per esempio, è un castello delle fiabe diroccato. Sarà aperto dal 22 agosto al 27 settembre, l’ingresso costerà tre sterline e sarà gratuito per chi ha meno di 5 anni. Il parco ospiterà anche opere di Damien Hirst, Jenny Holzer e Jimmy Cauty: la lista completa è qui.

dismaland

Negli ultimi giorni decine di persone si erano radunate attorno alla spiaggia, dov’è stata montata una struttura che ricorda un castello delle fiabe diroccato insieme a un minaccioso mulino a vento. Il nome Dismaland è un evidente riferimento al parco divertimento Disneyland: ma “dismal” in inglese vuol dire tetro, fosco.

Richard Jones, che ha pubblicato il libro Banksy’s Bristol: Home Sweet Home, ha detto a BBC che da tempo «si chiacchierava di un grosso spettacolo di Banksy ma nessuno ha mai saputo dove e quando si sarebbe tenuto».

plan

Qualche tempo fa sul posto era stata avvistata Holly Cushing, produttrice del film di Banksy Exit Through the Gift Shop. Sempre Cushing a maggio aveva fondato insieme a Simon Durban, che dirige la società che autentica le opere di Banksy, la società Dismaland LT. Negli ultimi giorni i lavori sono andati avanti con una certa segretezza: secondo la versione ufficiale, le installazioni erano parte del set di un nuovo poliziesco di Hollywood, chiamato Grey Fox.