(JUNG YEON-JE/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • giovedì 23 Luglio 2015

I problemi di sicurezza di alcuni mobili IKEA

Negli Stati Uniti due bambini sono morti per la caduta di un tipo di cassettiera: all'azienda è stato ordinato di imporre ai suoi acquirenti maggiori attenzioni

(JUNG YEON-JE/AFP/Getty Images)

IKEA, la celebre azienda svedese di mobili, sta avendo negli Stati Uniti dei problemi legati alla sicurezza di alcuni suoi prodotti: nel 2014 sono morti due bambini (di circa due anni) perché una cassettiera IKEA è caduta loro addosso, e l’azienda ha diffuso mercoledì una richiesta ai suoi acquirenti di fissare più opportunamente i mobili al muro. Le cassettiere che hanno causato la morte dei due bambini fanno parte della serie di mobili MALM, venduti anche in Italia.

La commissione statunitense sulla sicurezza dei prodotti (CPSC) ha comunicato che chi ha delle cassettiere IKEA dovrebbe fissarle e assicurarle alle pareti, per evitare il rischio di incidenti. Il sito della CPSC spiega che IKEA fornirà a tutti i consumatori statunitensi che hanno comprato o compreranno le cassettiere MALM dei kit gratuiti per fissare le cassettiere alle pareti. Per il momento IKEA Italia non offre informazioni su eventuali kit per quanto riguarda i mobili MALM venduti in Italia.

IKEA ha spiegato di essere a conoscenza di 14 diversi casi in cui delle cassettiere MALM sono cadute, e di altri tre casi (oltre a quelli dei due bambini) in cui, dal 1989 a oggi, la caduta di mobili IKEA ha causato la morte di qualcuno. IKEA ha spiegato che qualsiasi mobile più alto di 60 centimetri (se usato da bambini) e di 75 centimetri (se usato da adulti) dovrebbe essere fissato a una parete.

Negli Stati Uniti i mobili MALM esistono dal 2002: ne sono stati venduti circa 7 milioni. IKEA ha in tutto il mondo circa 360 negozi e tra il 2013 e il 2014 ha prodotto ricavi per 29,3 miliardi di euro, con utili intorno ai 3,3 miliardi di euro.