Ignazio Marino dice a una donna di usare «i due neuroni che ha»

È successo durante la commemorazione del bombardamento del quartiere San Lorenzo: in seguito Marino è stato molto criticato per avere usato questa espressione

(Vincenzo Livieri - LaPresse)

Il sindaco di Roma Ignazio Marino ha partecipato alla commemorazione per i 72 anni esatti dal bombardamento del quartiere di San Lorenzo a Roma, avvenuto il 19 luglio 1943. Dopo la cerimonia, Marino è stato contestato in particolare da una donna che si lamentava della sporcizia del quartiere. Marino ha risposto invitandola a «connettere i due neuroni che ha». Lunedì Marino è stato criticato da diversi politici – anche del Partito Democratico, di cui fa parte – per avere usato quell’espressione. Prima di entrare in politica, Marino lavorava come chirurgo.

«Signora, provi a connettere i due neuroni che ha e a farli funzionare insieme»

Da mesi Marino è in difficoltà, principalmente per le implicazioni dell’inchiesta “Mafia Capitale”: pochi giorni fa il vicesindaco di Roma Luigi Nieri si è dimesso proprio a causa del suo coinvolgimento nell’inchiesta.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.