• Media
  • martedì 30 Giugno 2015

Com’è fatta la nuova “Unità”

Un po' di pagine del giornale che torna in edicola oggi dopo quasi un anno, con un nuovo direttore e un logo leggermente diverso

L’Unità è di nuovo in edicola da oggi: aveva sospeso le pubblicazioni lo scorso 30 luglio quasi un anno fa, dopo mesi di crisi di vendite e di introiti pubblicitari che avevano portato la società editoriale in liquidazione. La nuova edizione del giornale – che ha anche un nuovo sito su un altro dominio, www.unita.tv – è diretta da Erasmo De Angelis, 60 anni, già giornalista della RAI e del Manifesto, presidente della società di servizi idrici toscana Publiacqua, sottosegretario ai Trasporti del governo Letta. La redazione è composta in gran parte da giornalisti che facevano parte della precedente redazione dell’Unità. La proprietà invece è cambiata: oggi i soci editori di maggioranza sono i costruttori della famiglia Pessina, mentre il PD ha una quota di minoranza. Il titolo di apertura del giornale è già una sorpresa: si parla delle inchieste su Roma e non della Grecia, da giorni sulle prime pagine di tutto il mondo. Anche il logo è leggermente diverso dal passato: l’apostrofo è diventato verde.