Roberto Maroni sui comuni lombardi che accoglieranno i richiedenti asilo

Il presidente della regione Lombardia ha parlato di tagli di fondi per disincentivare l'accoglienza degli immigrati

Roberto Maroni, presidente della regione Lombardia, ha fatto alcune dichiarazioni molto dure nei confronti del sistema regionale di accoglienza dei richiedenti asilo. Maroni ha detto a un giornalista di Repubblica Milano:

«Ai sindaci che dovessero accogliere [nuovi richiedenti asilo] gli ridurremo i trasferimenti regionali»

Domenica Maroni ha ripetuto la sua idea in un tweet, pubblicato dal suo account.

In realtà, i sindaci non hanno un gran potere di influire sul sistema di accoglienza dei richiedenti asilo, che viene gestito principalmente dal ministero dell’Interno e dalle prefetture. I sindaci possono decidere di partecipare all’accoglienza dei richiedenti asilo, offrendo strutture e ricevendo i fondi destinati dal governo a questo tipo di attività, una strategia che il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico ha detto che è stata seguita fino a questo momento. Allo stesso tempo le prefetture possono indire bandi per richiedere ai privati di offrire strutture in cui accogliere i richiedenti asilo senza bisogno di confrontarsi con gli enti locali. Il Corriere della Sera ha scritto che il ministero degli Interni procederà proprio per quest’ultima strada.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.