Brooke Shields all'amfAR New York Gala 2015 al Cipriani Wall Street l'11 febbraio 2015. (Dennis Van Tine/Geisler-Fotopres/picture-alliance/dpa/AP Images)

I 50 anni di Brooke Shields

E ne sentiamo parlare da almeno quaranta: ha iniziato prestissimo a fare la modella e poi ha provato a reinventarsi, senza grande successo

Brooke Shields all'amfAR New York Gala 2015 al Cipriani Wall Street l'11 febbraio 2015. (Dennis Van Tine/Geisler-Fotopres/picture-alliance/dpa/AP Images)

Brooke Shields è nata il 31 maggio 1965 a New York: non aveva neanche un anno quando sua madre Teri Shields, un’attrice poco conosciuta, iniziò a farla posare davanti ai fotografi per alcune pubblicità. Nel giro di breve tempo cominciò a essere considerata “la bambina più bella d’America”. A dieci anni posò nuda in una delle foto più controverse della storia recente: qualche anno più tardi Shields iniziò una disputa legale con il pubblicitario della foto, Garry Gross, ma perse la causa. A undici anni cominciò a recitare, e a tredici fece la parte di una giovanissima prostituta in Pretty Baby del regista francese Louis Malle: anche in questo caso la sua interpretazione provocò diverse polemiche, per via del suo ruolo e per via di alcune scene di nudo. Grazie soprattutto alle sue fotografie, tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta Shields diventò una vera e propria icona, una supermodella, nonostante avesse appena quindici anni. Nel 1981 fu la protagonista della famosa campagna pubblicitaria di Calvin Klein, in cui recitava uno degli slogan più conosciuti del mondo della moda: «”Vuoi sapere cosa c’è tra me e i miei Calvin? Niente» (e di nuovo ci furono polemiche).

Nello stesso periodo partecipò a quello che probabilmente è il suo film più famoso, Laguna Blu di Randal Kleiser, in cui interpretava un’adolescente che naufraga su un’isola deserta insieme a un coetaneo. In quel periodo della sua carriera Shields promuoveva campagne contro il sesso prematrimoniale e il fumo e insieme faceva scalpore per le sue campagne pubblicitarie considerate eccessive per una ragazza minorenne. All’inizio degli anni Ottanta abbandonò la sua carriera di attrice e modella per dedicarsi allo studio, iscrivendosi all’università di Princeton, dove si laureò in letteratura francese.

Dopo il college ritornò a recitare, senza però grande successo: verso la fine degli anni Novanta fu anche protagonista di una sitcom di NBC, per la quale ottenne una tiepida approvazione da parte della critica. E sempre negli anni Novanta iniziò una relazione con il tennista Andre Agassi, che sposò nel 1997 e da cui divorziò due anni dopo. Nel 2001 si è risposata con l’autore televisivo Chris Henchy, con il quale ha avuto due figlie. Negli ultimi anni ha fatto molte apparizioni in alcune serie tv americane, e si è dedicata sempre di più ai musical: ha recitato tra gli altri in Grease Chicago e dal 2011 è Morticia nel musical di Broadway La famiglia Addams.