Jennifer Lorenzini/LaPresse

Maurizio Sarri a Eto’o: «Ma mi stai prendendo per il culo?»

La reazione dell'allenatore dell'Empoli dopo i complimenti del leggendario calciatore della Sampdoria (video)

Jennifer Lorenzini/LaPresse

Al termine della partita di domenica tra Empoli e Sampdoria, finita 1-1, l’allenatore dell’Empoli Maurizio Sarri ha raccontato in conferenza stampa uno scambio di battute piuttosto divertente che aveva avuto dopo la partita con il forte attaccante della Sampdoria Samuel Eto’o.

Mi ha detto che era onorato di conoscermi e io gli ho detto: “ma mi stai prendendo per il culo?” Sei Samuel Eto’o! M’ha detto che era onorato di conoscermi perché aveva visto la nostra squadra e gli piaceva tantissimo. Gli ho detto: sei di fuori, te sei Samuel Eto’o, cioè, io sono onorato di conoscere te. Un ragazzo che mi ha fatto un’impressione magnifica. Un ragazzo che fa una cosa così nei confronti di un allenatore per lui sicuramente sconosciuto è di un’umiltà unica. È stato bellissimo.

Maurizio Sarri ha 56 anni e in questa stagione ha allenato per la prima volta una squadra di Serie A, dopo averla portata alla promozione lo scorso anno; il suo Empoli è considerato una delle squadre meglio organizzate d’Italia. Samuel Eto’o, invece, ha 34 anni e una lunghissima carriera da calciatore ad altissimo livello: ha giocato nel Barcellona, nell’Inter e nel Chelsea e ha vinto diversi campionati nazionali e 4 Champions League. È l’unico calciatore al mondo ad aver vinto due volte il cosiddetto triplete (campionato nazionale, coppa nazionale e Champions League nella stessa stagione).