Mans Zelmerlow della Svezia dopo la vittoria. (AP Photo/Ronald Zak)

Eurovision, le foto della finale

Il kitsch che non manca mai e la vittoria dello svedese Mans Zelmerlow, nell'edizione che quest'anno si è tenuta a Vienna

Mans Zelmerlow della Svezia dopo la vittoria. (AP Photo/Ronald Zak)

A Vienna, in Austria, si è tenuta sabato sera la finale dell’Eurovision Song Contest, conosciuto anche come Eurofestival: il vincitore è stato Mans Zelmerlow della Svezia, con la canzone “Heroes”. Seconda è arrivata Polina Gagarina della Russia con “A Million Voices”, mentre il gruppo italiano Il Volo è arrivato terzo con “Grande Amore”, la stessa canzone con cui aveva vinto Sanremo nel 2015. Quarto si è piazzato Loic Nottet del Belgio con “Rhythm Inside” e quinto Guy Sebastian dell’Australia con “Tonight Again”. Nonostante l’Eurofestival – che è in pratica una gara di canzoni, parecchio kitsch – non sia molto popolare in Italia, è uno degli eventi televisivi più visti al mondo, e soprattutto in Europa: ogni anno lo guardano circa 180 milioni di persone (quest’anno 200, secondo le prime stime). In Italia è stato trasmesso da Rai 2, e si è tenuto alla Wiener Stadthalle di Vienna, perché l’ultima edizione fu vinta dalla cantante austriaca Conchita Wurst, che attirò molte attenzioni su di sé e sul festival.

Zemerlow, che ha vinto, era considerato il favorito alla vittoria: per la Svezia è stata la sesta vittoria all’Eurofestival, che si tiene dal 1956 (l’Italia ha vinto due volte: nel 1964 con Gigliola Cinquetti e nel 1990 con Toto Cutugno). Possono partecipare all’Eurovision Song Contest i paesi membri dell’Unione Europea di Radiodiffusione (EBU), un’organizzazione che raccoglie alcune delle principali emittenti nazionali d’Europa: ci sono in realtà anche paesi dell’Asia occidentale e del Nord Africa, e quest’anno, in occasione della 60esima edizione, è stata invitata a partecipare perfino l’Australia (il cui network SBS fa parte della EBU), che è diventato il quarantesimo paese in gara.

Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Italia dal 2000 hanno diritto a partecipare automaticamente all’Eurofestival, in qualità di principali finanziatori della EBU; per gli altri stati sono organizzate delle semifinali. Il vincitore del festival viene scelto con una votazione: per il 50 per cento pesa il voto delle giurie dei vari paesi, che assegnano un punteggio alle canzoni, mentre per il 50 per cento pesa il televoto. Durante la finale di ieri sera però le giurie di Macedonia e Montenegro sono state escluse dalla votazione per presunte irregolarità che verranno chiarite nelle prossime settimane: per questi due paesi il televoto ha influito per il 100 per cento. Il prossimo anno il festival si terrà in Svezia, che l’ha già organizzato tre anni fa.

Måns Zelmerlöw – Heroes

Polina Gagarina – A Million Voices

Il Volo – Grande Amore

Loïc Nottet – Rhythm Inside

Guy Sebastian – Tonight Again