• Mondo
  • giovedì 14 Maggio 2015

Il grande incendio in una fabbrica delle Filippine

A Valenzuela City, nell'area metropolitana di Manila: sono morte almeno 72 persone e ci sono decine di dispersi

Almeno 72 persone sono morte nelle Filippine a causa di un grande incendio che si è sviluppato all’interno di una fabbrica di scarpe a Valenzuela City, nell’area metropolitana della capitale Manila, nel pomeriggio di mercoledì 13 maggio. Oltre alle persone morte ci sono decine di feriti e intossicati, e le autorità locali parlano di alcune decine di dispersi. All’interno dello stabilimento erano al lavoro tra le 200 e le 300 persone. Sul posto sono al lavoro diverse squadre di soccorso ed è probabile che nelle prossime ore siano trovati i corpi di altri operai, anche perché c’è ancora un intero piano della fabbrica da controllare. Le operazioni sono rallentate dalla presenza del fumo e dalla precarietà della struttura in cui si trova la fabbrica.

Stando alle prime ricostruzioni, l’incendio si è sviluppato poco dopo mezzogiorno (ora locale) e i vigili del fuoco hanno impiegato quasi tutto il pomeriggio per spegnerlo. Si pensa che le fiamme siano state causate da un incidente all’interno della fabbrica: alcuni operai stavano usando un saldatore nei pressi dell’ingresso e qualche scintilla avrebbe fatto incendiare alcuni componenti chimici, tenuti in contenitori lasciati aperti. In pochi secondi l’incendio si è ingrandito e ha avvolto buona parte dell’edificio. Uno degli operai, tra i primi a intervenire, ha detto di avere usato estintori e secchi d’acqua insieme ad altri colleghi per tenere sotto controllo l’incendio, senza riuscirci.

La fabbrica è della Kentex Manufacturing Corp. ed è specializzata nella produzione di diversi tipi di scarpe, realizzate con materiali sintetici che prima della lavorazione possono essere altamente infiammabili.