• Mondo
  • mercoledì 18 Marzo 2015

Dentro una città distrutta da Boko Haram

Un giornalista di BBC ha girato un video a Baga, in Nigeria, dopo la liberazione da parte dell'esercito: non è rimasto praticamente niente

Martedì 17 marzo il sito di BBC ha pubblicato un breve video che mostra il giornalista Tomi Oladipo all’interno di Baga, una delle città fino a poco tempo fa controllate dall’organizzazione estremista islamica Boko Haram, nello stato nigeriano di Borno. Il video mostra Oladipo camminare in una zona dove prima c’era il mercato centrale della città e che ora è completamente distrutta.

I miliziani di Boko Haram avevano attaccato Baga all’inizio di gennaio, uccidendo centinaia di persone e dando fuoco alla maggior parte degli edifici della città. Oladipo è il primo giornalista di una testata occidentale a visitare Baga dopo che l’esercito nigeriano l’ha riconquistata il 21 febbraio scorso, e in generale uno dei pochissimi a documentare le condizioni di una città e dei suoi abitanti nella regione contesa di Borno. Oladipo ha intervistato anche alcuni abitanti di Baga: una donna ha raccontato per esempio di avere provato a scappare più volte, ma di essere tornata indietro dopo che i miliziani avevano cominciato a spararle contro. Nel video si vede una città rasa al suolo, con ancora dei cadaveri sui lati della strada.

Nelle ultime settimane Boko Haram ha cominciato a compiere attacchi anche fuori dalla Nigeria: ha ucciso decine di persone e distrutto molti piccoli paesi in Camerun, Ciad e Niger. All’inizio di marzo ha anche annunciato la sua fedeltà allo Stato Islamico (o ISIS), con cui condivide l’obiettivo della creazione di un Califfato islamico. Pochi giorni dopo gli eserciti di Ciad, Camerun e Niger sono intervenuti con forze aeree e di terra lungo i confini con la Nigeria. Anche l’esercito nigeriano, a lungo ritenuto incapace di contrastare Boko Haram, ha avviato una grande operazione militare che gli ha permesso di riconquistare alcuni importanti territori nello stato di Borno.

Il portavoce del dipartimento nigeriano che si occupa di sicurezza nazionale ha detto che l’esercito della Nigeria ha avviato martedì l’”attacco finale” contro Boko Haram, dopo avere riconquistato il giorno prima Bama, seconda città per grandezza dello stato di Borno. L’esercito ha detto di avere riconquistato anche altre città della zona, come Adawama e Yobe: non è stato possibile verificare la notizia, scrivono diverse agenzie di news internazionali. In generale non si sa molto di quello che sta accadendo nel nord-est della Nigeria e non è nemmeno chiaro chi stia combattendo: il 12 marzo, per esempio, il New York Times aveva scritto che centinaia di mercenari stavano combattendo contro Boko Haram, provenienti soprattutto dal Sudafrica.