• Mondo
  • giovedì 12 Febbraio 2015

Il secondo grattacielo più alto del mondo

Le foto della Shanghai Tower, alta 632 metri e che sarà inaugurata il prossimo aprile

La Shanghai Tower aprirà il prossimo aprile e con i suoi 632 metri diventerà il secondo grattacielo più alto al mondo, dopo il Burj Khalifa di Dubai (alto 830 metri). La Shanghai Tower fa parte del gruppo di grattacieli, insieme al Jin Mao Building e al Shanghai World Financial Center, che si trovano nel distretto di Pudong.

I lavori per la costruzione della Shanghai Tower, che dovrebbero costare in tutto circa 1,8 miliardi di euro, sono cominciati nel 2008 e, quando sarà inaugurata ad aprile, potrà ospitare 16 mila persone al giorno nei suoi uffici, bar e ristoranti. Ci saranno 106 ascensori, tra cui i futuri tre ascensori più veloci del mondo – in grado di viaggiare a circa 66 chilometri all’ora, cioè 18 metri al secondo. Tra l’84esimo e il 110esimo piano sarà aperto il Jin Jiang Hotel, che diventerà l’hotel più alto del mondo.

Quando sarà finito l’edificio sarà uno dei più ecologicamente sostenibili al mondo: il grattacielo è formato da nove cilindri posti uno sopra l’altro, a formare 128 piani, e le vetrate che ricoprono tutta la facciata sono state progettate per ridurre le sollecitazioni dovute al vento sulla costruzione del 24 per cento rispetto alle vetrate tradizionali. Per questo motivo sono stati necessari meno materiali, per esempio il 25 per cento in meno di acciaio nella struttura. In cima all’edificio saranno posizionate turbine eoliche per fornire energia elettrica supplementare.

Marshall Strabala, capo architetto della Shanghai Tower, ha spiegato l’importanza della gestione del vento con un grattacielo di questa altezza: «La forza del vento su un edificio molto alto è la maggiore difficoltà che architetti e ingegneri devono affrontare. A Shanghai ci sono picchi di vento fino a 190 chilometri orari, ma la Shanghai Tower è stata progettata per resistere a sollecitazioni del genere».