• Video
  • giovedì 13 novembre 2014

NON cercarlo su Google

Il sito belga di medicina Gezondheid en Wetenschap (che significa Salute e Scienza), con il sostegno del governo fiammingo, ha lanciato una campagna contro l’autodiagnosi priva di strumenti, e contro chi cerca i propri sintomi su Google e poi pensa di avere malattie gravissime, invece di chiedere a un medico.

Oltre a un video molto divertente, ideato dall’agenzia DDB Brussels, per la campagna il sito ha comprato pubblicità su Google (GoogleAdWords) per i primi 100 sintomi più cercati.
Digitando nella barra di ricerca uno di questi cento sintomi, si avrà come primo risultato la frase “Non cercarlo su Google, consulta una fonte attendibile”. In un secondo video l’agenzia DDB Brussels spiega come ha progettato la campagna: