Le foto più belle del London Film Festival

C'erano Keira Knightley, Benedict Cumberbatch, Jennifer Lawrence, Brad Pitt e, come prevedibile, un sacco di ombrelli

Domenica 19 ottobre si è conclusa la 58esima edizione del London Film Festival, il festival di cinema che si svolge con il patrocinio del British Film Institute e che ogni anno presenta centinaia di film provenienti da oltre 60 paesi, dando la possibilità di vedere i migliori film presentati nei festival di tutto il mondo nel resto dell’anno. Il film che ha vinto il premio più importante è Leviathan, del regista russo Andrey Zvjagincev, già vincitore del premio per la migliore sceneggiatura all’ultimo festival del cinema di Cannes; il premio per la miglior opera prima è invece andato a The Tribe del regista ucraino Myroslav Slaboshpytskiy. Il premio per il miglior documentario è andato al film siriano Silvered Water, diretto da Ossama Mohammed e Wiam Simav Bedirxan, mentre il premio alla carriera è stato assegnato al regista Stephen Frears.

A inaugurare le due settimane del festival è stato il film The Imitation Game, storia del matematico inglese Alan Turing, con Benedict Cumberbatch e Keira Knightley; il film di chiusura della rassegna è stato Fury, con Shia LaBeouf e Brad Pitt, protagonista dell’ultimo giorno del festival, che interpreta un sergente dell’esercito americano che combatte in Germania alla fine della Seconda guerra mondiale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.