• Cultura
  • martedì 2 settembre 2014

Le foto del settimo giorno a Venezia

Salvatores, Clive Owen, Milla Jovovich, Isabella Ragonese e un Leone d'Oro alla carriera

Durante il settimo giorno della Mostra del Cinema di Venezia sono stati presentati due film in concorso: lo svedese “En duva satt på en gren och funderade på tillvaron” (“Un piccione si posò su un ramo per riflettere sull’esistenza”) del regista Roy Andersson, con Holger Andersson e Nisse Vestblom, sulla storia del viaggio di un venditore e di un ritardato mentale, e “Nobi” del regista giapponese Shinya Tsukamoto, ambientato alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Fuori concorso, invece, sono stati presentati tre film: “Italy in a day” di Gabriele Salvatores, esperimento di cinema collettivo (“social movie”) ispirato ad un’idea già realizzata da Ridley Scott, con 627 video selezionati tra 44.197 arrivati da tutta Italia al regista per raccontare una tipica giornata da italiani; “La zuppa del demonio” di Davide Ferrario, documentario sulla storia dell’industrializzazione in Italia; il corto “O Velho do Restelo” di Manoel de Oliveira, regista portoghese di 105 anni.

Per la sezione Orizzonti, infine, sono stati proiettati “Jayueui onduk” (“Hill of Freedom”) di Hong Sangsoo e “Bypass” di Duane Hopkins. Durante la giornata la grande montatrice Thelma Schoonmaker, storica collaboratrice di Martin Scorsese, riceverà il Leone alla carriera.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.