• Sport
  • Questo articolo ha più di otto anni

Passa l’Argentina, all’ultimissimo minuto

Ha segnato Di Maria al 118esimo, poco prima dei calci di rigore, dopo un’invenzione di Messi: e dopo è successo ancora di tutto

L’Argentina ha battuto la Svizzera 1-0 con un gol di Ángel di María nei tempi supplementari, negli ottavi di finale dei Mondiali di calcio. È stata una partita molto brutta fino a cinque minuti dai calci di rigore, poi è diventata improvvisamente divertentissima.

La partita bloccata si era animata un po’ nel secondo tempo grazie all’insistenza degli attacchi dell’Argentina, che a volte hanno anche permesso alla Svizzera di giocare in contropiede. Nonostante gli sforzi però l’Argentina è andata davvero vicino al gol una sola volta, attorno all’80esimo minuto, con un forte tiro rasoterra di Lionel Messi, che il portiere svizzero ha respinto. Nei tempi supplementari non è successo moltissimo – entrambe le squadre erano visibilmente stanche – finché al 118esimo, dopo una grande azione di Messi, di María ha segnato con un bel tiro di sinistro dentro l’area. Dopo il gol è successo di tutto: la Svizzera ha attaccato per i restanti sette minuti, mettendo parecchio in difficoltà l’Argentina; ha colpito un palo con Džemaili a un metro dalla porta e a tempo scaduto – e dopo aver colpito il palo, la palla gli è di nuovo rimbalzata addosso prima di uscire – e poi ha battuto dal limite dell’area una punizione con Shaqiri, colpendo la barriera.

Pubblicità

L’Argentina ha tenuto e alla fine ha vinto: ai quarti giocherà contro la vincente di Belgio-Stati Uniti, che si gioca oggi alle 22.

Il palo clamoroso di Dzemaili al 122esimo minuto:

foto: Julian Finney/Getty Images