• virgolette
  • Questo articolo ha più di otto anni

Giorgio Orsoni aveva detto ai giornali che non voleva dimettersi

Quasi tutti i giornali di oggi hanno delle interviste a Giorgio Orsoni – sindaco di Venezia coinvolto nell’inchiesta sul MOSE che si è dimesso stamattina – e in tutte Orsoni dice di non volersi dimettere. La decisione improvvisa è stata presa, dicono i giornali, su pressione del Partito Democratico. Questo è quello che Orsoni aveva detto alla Stampa, nell’intervista pubblicata stamattina.

A questo punto intende dimettersi?
«No. Ho deciso di non dimettermi perché non ci sono le condizioni oggettive per farlo. Non ho nulla personalmente di cui rimproverarmi. Potrei con impeto dare le dimissioni e mandare tutti a quel paese ma non sono impetuoso e non lo faccio anche per un senso di responsabilità verso la mia città».

Giorgio Orsoni ha annunciato la sue dimissioni nel corso di una conferenza stampa nella sede del Comune. Ha detto di avere revocato anche la giunta comunale per dare “un segno chiaro della mia lontananza dalla politica”, e che questa decisione “non riguarda l’operato dei singoli assessori, ma vuole semplicemente significare che è venuto meno come ho potuto constatare quel rapporto fra la mia persona e la politica che mi ha sostenuto finora”.