• cit
  • mercoledì 2 aprile 2014

Guerre Stellari secondo Alec Guinness, cioè Obi-Wan Kenobi

Il 25 maggio 1977 l’attore inglese Alec Guinness scrisse una lettera all’amica Anne Kaufmann in cui si lamentava del film che stava recitando, spiegando che i dialoghi non erano credibili e che gli altri attori – più giovani di lui – lo facevano sentire un novantenne. Il film era il primo della trilogia di Guerre Stellari di George Lucas, in cui Guinness interpretava Obi-Wan Kenobi. Nella lettera Guinness nominava Yahoo, che all’epoca era un’opera teatrale in cui interpretava Jonathan Swift, e non si ricordava il nome giusto di Harrison Ford.

«Non posso dire che il film mi piaccia. Ogni giorno mi arrivano risme di fogli con nuovi dialoghi spazzatura e nessuno rende il mio personaggio credibile o almeno sopportabile. Penso soltanto, grazie al cielo, alla cara grana che mi aiuterà ad andare avanti fino al prossimo aprile, anche se “Yahoo” dovesse crollare in una settimana.

Devo andare sul set e lavorare con un nano (molto dolce – e si deve lavare in un bidet) e i tuoi connazionali Mark Hamill e Tennyson (non dev’essere giusto) Ford – Ellision (?–No!*) bè un giovane slanciato e languido che probabilmente è intelligente e divertente. Ma oh dio, dio, mi fanno sentire un novantenne e mi trattano come se avessi 106 anni.

Con affetto,
Alec

*Harrison Ford – Ne hai mai sentito parlare?»

Non era la prima volta che Guinness criticava Guerre Stellari: già in una lettera del dicembre 1975 aveva scritto a un amico che il suo prossimo film sarebbe stato una «favola spazzatura». Aveva accettato di parteciparvi dopo che la Twentieth Century Fox aveva raddoppiato il compenso iniziale, offrendogli 150 mila dollari e il due per cento dei diritti pagati al regista George Lucas. Allo stesso tempo Guinness era uno dei pochi attori del cast convinto che il film avrebbe avuto un grosso successo di incassi. Il film lo fece infatti diventare ricco e lo rese famoso anche al pubblico più giovane. Guinness raccontò anche che l’idea di far morire Obi-Wan era stata sua e che l’aveva proposta a Lucas per rendere più importante il suo personaggio. In seguito confessò però che «volevo soltanto smetterla di dover pronunciare quelle battute dannatamente brutte e banali».

Alec Guinness nacque a Londra il 2 aprile del 1914, cento anni fa. È considerato tra i più importanti attori teatrali inglesi del Novecento, in particolare per i suoi ruoli shakespeariani. Oltre che per Guerre Stellari, è famoso per aver recitato in Great Expectations (1946), Oliver Twist (1948), Lawrence d’Arabia (1962), Il dottor Živago (1965), e ha vinto un Oscar come migliore attore per  Il ponte sul fiume Kwai. È morto il 5 agosto del 2000 a Midhurst, a 86 anni.

Mostra commenti ( )