• Mondo
  • mercoledì 12 Marzo 2014

I due palazzi crollati a New York

Nella zona di Harlem, dopo una forte esplosione causata da una perdita di gas: almeno 8 persone sono morte e ci sono oltre 70 feriti

Mercoledì 12 marzo intorno alle 9:30 (le 14:30 in Italia) due palazzi sono crollati ad Harlem, un quartiere di Manhattan a New York, a causa di una esplosione segnalata da diversi abitanti della zona. I crolli si sono verificati all’angolo nord-ovest della 116esima strada con Park Avenue, poco oltre Central Park. Stando alle ultime informazioni, almeno otto persone sono morte e ci sono oltre 70 feriti.

I palazzi crollati erano due edifici residenziali, abitati da diverse famiglie. Alcune persone risultano ancora disperse. Sul posto sono attive decine di squadre di vigili del fuoco per spegnere gli incendi che si sono sviluppati, e per cercare persone eventualmente rimaste sotto le macerie.

Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha confermato che l’esplosione è stata causata da una fuga di gas, segnalata da alcuni abitanti della zona prima dell’incidente.