• Mondo
  • venerdì 7 Marzo 2014

La vita nella discarica di Benowo

Un reportage fotografico dall'enorme discarica indonesiana dove lavorano, in condizioni precarie, circa 1.200 persone: la maggior parte sono donne

La discarica di Benowo, in Indonesia, occupa una superficie di 270.000 metri quadrati sulla costa nord del paese: ogni giorno ci arrivano circa 1.200 tonnellate di rifiuti, la spazzatura prodotta da circa tre milioni di persone. Nella discarica di Benowo circa 1.200 persone lavorano come raccoglitori di spazzatura: il loro lavoro consiste nel rovistare e dividere l’immondizia e, passando le loro giornate tra le montagne di rifiuti della discarica, riescono a guadagnare circa 60.000 rupie al giorno, meno di 4 euro. Le condizioni di lavoro nella discarica, come non è difficile immaginare, sono molto precarie: oltre a dover passare giornate intere tra i rifiuti, i raccoglitori di spazzatura non hanno accesso ad acqua corrente per poter bere o lavarsi le mani prima di mangiare.

In occasione della “Giornata Internazionale della Donna”, Robertus Pudyanto, fotografo di Getty Images, è andato a fotografare le molte donne che ogni giorno vanno a raccogliere e smistare rifiuti nella discarica di Benowo. Dei 240 milioni di abitanti totali dell’Indonesia, circa 28 milioni di persone vivono al di sotto della soglia della povertà: il 70 per cento di queste sono donne.