• Media
  • martedì 4 marzo 2014

Lo spot girato da Sorrentino per Alfa Romeo (e mai trasmesso)

È del 2007, fu girato a Barcellona ma non arrivò mai in tv; intanto FIAT ha diffuso un nuovo spot dedicato a "La grande bellezza"

FIAT ha diffuso oggi su Youtube uno spot dedicato all’Oscar vinto da Paolo Sorrentino per “La grande bellezza”. Nello spot Sorrentino è ripreso mentre guida una Fiat 500 sull’Hollywood Boulevard di Los Angeles, come se fosse diretto alla cerimonia degli Oscar: le immagini, intervallate con alcune sequenze di Roma che ricordano molto quelle de “La grande bellezza”, sono accompagnate da un breve monologo sulla natura della creatività, recitato dallo stesso Sorrentino.

Questa non è la prima collaborazione tra Paolo Sorrentino e FIAT. Nel 2007, infatti, Alfa Romeo commissionò a Sorrentino una campagna per l’Alfa 159 ma lo spot, in cui compare l’attore Ivan Franek non venne usato e non andò mai in onda. Alessandro Punturo, direttore della comunicazione di Alfa Romeo tra il 2006 e il 2008, ha spiegato al Post che la campagna «doveva essere il sequel di “Il cuore ha sempre ragione” ed è stata girata a Barcellona nel dicembre del 2007. Non andò mai in onda perché fu girata durante la gestione di un CEO che dopo pochi giorni si dimise, e insomma arrivò sfortunatamente a cavallo tra una gestione e l’altra. Anche di quella campagna la fotografia era di Bigazzi (come in tutti i film di Sorrentino). In quell’occasione noi e Sorrentino scegliemmo Ivan Franek come protagonista dello spot, con cui Sorrentino non aveva mai lavorato prima. A lui piacque molto e gli promise che avrebbero fatto qualcosa insieme: e infatti Franek in “La grande Bellezza” interpreta la scena dell’artista che si fotografa da quando era bambino».

L’agenzia che realizzò lo spot era Young&Rubicam, il direttore creativo Marco Cremona.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.