È morto Philip Seymour Hoffman

Aveva 46 anni, è stato trovato nel suo appartamento di Manhattan, l'ipotesi principale della polizia è un'overdose di eroina

L’attore Philip Seymour Hoffman è stato trovato morto nel suo appartamento di Manhattan, a quanto ha riferito per primo il sito del quotidiano newyorkese Wall Street Journal, che ha anche diffuso su Twitter la notizia alle 19.20 di domenica (erano le 13,20 a New York) successivamente confermata da fonti della polizia e altri siti di news. Hoffman era un attore tra i più ammirati e di successo nel cinema americano degli ultimi due decenni.

Per ora non ci sono molte altre informazioni: Philip Seymour Hoffman aveva 46 anni, aveva girato moltissimi film e vinto il premio Oscar come migliore attore per Capote, il film in cui aveva interpretato lo scrittore Truman Capote. E per tre volte aveva ottenuto la nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista: per La guerra di Charlie Wilson, Il dubbio e The Master. Era nato nel 1967 a Fairport, una cittadina nella parte occidentale dello stato di New York. Il New York Times parla di “apparente overdose” e scrive che secondo fonti della polizia il corpo di Hoffman è stato trovato da un amico che era andato a casa sua preoccupato perché non ne aveva notizie. Mentre il Wall Street Journal aggiunge:

Il Dipartimento di Polizia di New York sta indagando la causa esatta della morte. Il responsabile medico ha detto che Hoffman, 46 anni, è stato trovato morto nel suo appartamento al 35 di Bethune Street nel quartiere di Manhattan del West Village.

Secondo una notizia pubblicata su Twitter da un giornalista del Wall Street Journal, il corpo di Hoffman è stato trovato con un ago nel braccio.

Il dettaglio è confermato anche dal New York Times che cita anche la presenza di una busta che conteneva una sostanza che sembrava essere eroina. Un articolo del 2013 del sito TMZ aveva raccontato dei suoi abusi con le droghe da giovane e di un nuovo problema con l’eroina nel 2013 che lo aveva costretto a entrare in un centro di disintossicazione. Lui stesso aveva raccontato di “essere uscito di strada” dopo essere rimasto “pulito” per vent’anni.

La famiglia di Hoffman ha diffuso domenica, due ore dopo la notizia della sua morte, questo comunicato.

«Siamo devastati dalla perdita del nostro amato Phil e apprezziamo la quantità di amore e sostegno che stiamo ricevendo da tutti. È una perdita tragica e improvvisa e vi chiediamo di rispettare la nostra privacy in questo momento di lutto. Per favore ricordate Phil nei vostri pensieri e nelle vostre preghiere»

La breve vita di Philip Seymour Hoffman

Mostra commenti ( )