Orellana (M5S): «Temo che stiamo finendo le cartucce»

La Stampa ha pubblicato un’intervista a Luis Alberto Orellana, senatore del Movimento 5 Stelle ed ex candidato del partito alla presidenza del Senato, nella quale critica alcune recenti scelte del proprio partito. Orellana viene spesso indicato dalla stampa come membro del gruppo dei “dissidenti”, cioè dei parlamentari M5S che di tanto in tanto non sono d’accordo con Beppe Grillo.

Qual è il punto?
«Il metodo. Come sempre. Il gruppo non è stato coinvolto in nessuna riunione per decidere la linea. Certo, Grillo in passato si era espresso sul tema, ma molti di noi si sono trovati di fronte al fatto compiuto. Dieci minuti prima della conferenza stampa ci hanno presentato un testo di cui non sapevamo nulla. Potevano almeno lasciarci due giorni per leggerlo e ragionarci sopra.»
[…]
«Via Napolitano. E via anche la Boldrini. Adesso chi vi resta da attaccare?
Non lo so. Temo che stiamo finendo le cartucce. Mi domando se gli oltre otto milioni di persone che hanno votato per noi condividano questo modo di fare.»

(Continua a leggere sulla rassegna stampa della Treccani)

foto: Mauro Scrobogna /LaPresse