• Mondo
  • venerdì 24 Gennaio 2014

L’incendio nella casa di riposo in Quebec

Le foto dell'edificio bruciato e poi gelato dalle basse temperature: sono morte almeno 5 persone, 30 sono disperse ma ci sono pochissime speranze di trovarle vive

Almeno cinque persone sono morte e ci sono oltre trenta dispersi per un incendio in una casa di riposo a L’Isle-Verte nel Quebec, in Canada, a 225 chilometri est di Quebec City. Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 6:30 di mattina (ora locale, le 12:30 in Italia) di giovedì 23 gennaio e hanno rapidamente incenerito buona parte della Residence du Havre, che ospitava tra 50 e 60 persone, molte delle quali con un’eta superiore agli 80 anni.

Sul posto sono intervenute decine di squadre di vigili del fuoco, ma il lavoro di contenimento e spegnimento dell’incendio è stato complicato dalle temperature gelide nella zona, che hanno raggiunto i -20 °C. Le attrezzature erano congelate ed è stato difficile spruzzare efficacemente l’acqua sulla casa di riposo in fiamme. Dall’interno dell’edificio era possibile sentire le urla e le richieste di aiuto dei residenti, hanno spiegato in seguito diversi vigili del fuoco.

Le squadre di soccorso sono riuscite a salvare una ventina di persone, ma decine di altri anziani sono rimasti intrappolati nella casa di riposo. Per ora sono dati come dispersi, ma secondo le autorità locali ci sono pochissime possibilità di trovare qualcuno ancora in vita tra le macerie, considerata l’estensione dell’incendio e le temperature molto basse della notte.

Il primo ministro del Canada, Stephen Harper, ha detto che sarà inevitabile un aumento del numero dei morti nelle prossime ore. Sono intanto iniziate le indagini per scoprire quali siano state le cause dell’incendio, ma anche in questo caso le operazioni sono complicate dalla presenza degli accumuli di ghiaccio, che si sono formati in seguito all’utilizzo degli idranti per spegnere le fiamme.