• Italia
  • domenica 5 gennaio 2014

Bersani è stato operato

Per un'emorragia cerebrale, a Parma: i medici si dicono ottimisti ma aspettano a fare valutazioni maggiori

00.02. Maggiori informazioni sull’operazione dall’Ansa.

L’intervento a cui è stato sottoposto l’ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani è stato «complesso». Lo ha definito così Ermanno Giombelli, il neurochirurgo che ha operato Pier Luigi Bersani all’ospedale Maggiore di Parma. L’intervento è cominciato attorno alle 18.30 ed è finito verso le 22. L’operazione chirurgica è sostanzialmente servita per chiudere, con una specie di clip, la malformazione cardiovascolare, un aneurisma all’arteria cerebrale, le cui caratteristiche non potevano essere trattate in maniera endovascolare. Una malformazione che potrebbe essere congenita visto che c’è una familiarità. «Nelle prossime ore – ha detto Giombelli – faremo una tac di controllo. Per il momento è presto per esprimere pareri assoluti, la prognosi rimane riservata e sicuramente non la scioglieremo prima di 72 ore. In queste situazioni andiamo avanti di 24 ore in 24 ore». L’emorragie vengono calcolate in una scala da uno a quattro e quella di Bersani era al grado tre. I danni neurologici da uno a cinque, e in questo caso il grado raggiunto era il due. Il fatto che Bersani sia sempre rimasto cosciente e che sia andato tempestivamente al pronto soccorso è considerato un fatto positivo dai medici. Danni definitivi, ha detto Giombelli, «non ne presumiamo, ma dobbiamo vedere le indagini successive perchè il rischio è rappresentato dalle ischemie cerebrali: ma il fatto che sia sempre cosciente è un fatto positivo, siamo abbastanza ottimisti». L’ospedale di Parma diffonderà un nuovo bollettino medico domani intorno alle 11.

23.58. Dice l’Ansa che “le condizioni dell’ex segretario del Pd sono stabili e la prognosi viene al momento mantenuta riservata. Saranno attentamente valutate le prossime 48-72 ore”.

22.25. L’operazione chirurgica è terminata intorno alle 22 ed è durata circa quattro ore. Alcuni siti di news riferiscono voci di “operazione tecnicamente riuscita”, ma non ci sono comunicazioni o bollettini ufficiali, per ora.

19.05. L’intervento è cominciato alle ore 18 e dovrebbe durare diverse ore. Secondo le agenzie i medici parleranno di nuovo al termine dell’operazione, dopo mezzanotte.

17.25. Secondo le agenzie i medici del reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Parma stanno operando Bersani a causa di un’emorragia cerebrale. L’operazione sarebbe cominciata intorno alle 17 ed è stata resa necessaria dai risultati degli esami angiografici.

16.15. Ancora dall’Ansa: “L’ex segretario del Pd Pierluigi Bersani è sottoposto, all’ospedale Maggiore di Parma, ad un esame angiografico. L’accertamento diagnostico permetterà ai medici di decidere se e come intervenire sull’emorragia”.

14.56. Dice l’Ansa che “In base alle risultanze della Tac effettuata d’urgenza al pronto soccorso di Piacenza, Pierluigi Bersani sarebbe stato colpito da un’emorragia cerebrale. Nello specifico si tratta di una vasta emorragia subaracnoidea”. Aggiunge l’Adnkronos: “Una violenta e improvvisa emicrania, ma nessun episodio di vomito per Pierluigi Bersani. L’ex segretario è stato colpito da emorragia subaracnoidea, detta anche ESA, di fatto una forma di ictus”.

Aggiornamento 14.32. Il portavoce di Bersani Stefano Di Traglia ha spiegato che non si tratta di un problema grave e che Bersani ha avuto “una piccola emorragia”: «sembra nulla di serio dal punto di vista neurologico». Questo sembra contraddire le prime ipotesi più preoccupanti circolate sui maggiori siti di news.

*****

Alle 13.18 di domenica un testo dell’agenzia Ansa ha comunicato il ricovero in ospedale dell’ex segretario del Partito Democratico Pierluigi Bersani, nella sua città, Piacenza. Bersani è poi stato trasferito all’Ospedale Maggiore di Parma.

PIACENZA – L’ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani è stato colpito da un grave malore questa mattina. Intorno alle 11 è arrivato al Pronto Soccorso di Piacenza accompagnato dalla moglie e dal fratello. Accusava un malessere e attacchi di vomito. I sanitari lo hanno sottoposto ad accertamenti e dall’esame della Tac è emerso un problema cerebrale grave. Bersani, che non ha perso conoscenza, è stato immediatamente trasferito all’ospedale Maggiore di Parma, nel reparto di neurochirurgia, a bordo di un mezzo del 118.

Bersani ha 62 anni. Alcuni report giornalistici ipotizzano “un attacco ischemico transitorio”. Ma è sempre rimasto cosciente. Su internet e sulle agenzie stanno arrivando molti saluti e auguri per lui.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.