Tutti i venti del mondo

Li mostra una grande mappa animata online, sulla base di simulazioni informatiche e previsioni meteorologiche

Traendo ispirazione da “Wind Map”, una mappa animata dei principali venti negli Stati Uniti messa online da Fernanda Viégas e Martin Wattenberg, lo sviluppatore Cameron Beccario ha realizzato una mappa planetaria dove è mostrato l’andamento di tutti i venti. “Earth Wind Map” è aggiornata ogni tre ore con i dati forniti dal Global Forecast System, che genera previsioni meteorologiche sulla base di simulazioni informatiche.

I venti possono essere osservati su diverse proiezioni del globo terrestre, ed è possibile scegliere un luogo specifico per vedere l’aria che tira nella zona. I colori più brillanti indicano i venti più forti.

Il vento è dovuto al movimento di masse d’aria presenti nell’atmosfera da zone con alta pressione ad aree interessate da bassa pressione. Di solito il termine “vento” viene utilizzato per i flussi orizzontali, mentre per quelle verticali si parla di correnti. Salvo eccezioni, più si sale di quota più aumenta il vento perché diminuisce l’attrito con la superficie terrestre e perché ci sono meno cose (piante, palazzi, montagne) che fanno da ostacolo. Tutti i venti e le correnti aeree danno origine alla cosiddetta “circolazione atmosferica”.

A seconda dei luoghi, i venti sono chiamati in modo diverso per indicare prevalentemente la loro direzione. Ci sono quindi centinaia di nomi per definire i venti. Quelli cui siamo più avvezzi in Italia sono legati al mare Mediterraneo, tra i più citati ci sono la tramontana, il maestrale e lo scirocco.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.