• Italia
  • mercoledì 18 Dicembre 2013

Il video sulla “disinfestazione” a Lampedusa

È stato girato da uno dei migranti, l'ha trasmesso martedì sera il TG2 ed è circolato molto: i responsabili del centro di accoglienza sono stati rimossi dall'incarico

Aggiornamento delle 17. I responsabili del centro di accoglienza ripreso nel video sono stati rimossi dal loro incarico. La Legacoop Sicilia – la lega regionale cooperative e mutue – ha anche chiesto alla cooperativa che gestisce il centro di accoglienza di avviare un’indagine per verificare cosa sia successo. «La commissione si avvarrà anche dell’apporto di professionisti esterni, per accertare al meglio disfunzioni e responsabilità», ha spiegato Legacoop, che ha anche chiesto che l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema dell’accoglienza dei migranti si mantenga alta anche in futuro, «per affrontare alla radice la questione».

***

Il 16 dicembre, durante l’edizione delle 20.30 del TG2, è stato trasmesso un servizio sul centro di soccorso e prima accoglienza di Lampedusa che mostra – grazie alle immagini girate da uno dei migranti con un telefonino – alcune persone al centro del cortile senza vestiti, in fila, pronte a essere sottoposte alla disinfestazione da scabbia (malattia che però nessuno aveva al momento dell’arrivo, dice il TG2). Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, ha commentato le immagini dicendo che ricordano «un campo di concentramento» di cui «tutta l’Italia si deve vergognare». Del video si parla molto sui giornali di oggi (il Manifesto apre la sua prima pagina col titolo “Pulizia etnica”).