• Cultura
  • mercoledì 20 Novembre 2013

Animali e quadri al museo del Prado

L'installazione di un artista spagnolo, che ha posizionato 22 opere del museo di Scienze Naturali nelle sale del Prado

Il 19 novembre è stata inaugurata un’installazione molto particolare dell’artista spagnolo Miguel Ángel Blanco in alcune sale del famoso museo del Prado di Madrid, in Spagna. Blanco ha posizionato alcuni degli oggetti più belli del Museo Nazionale di Scienze Naturali della capitale (animali impagliati, minerali e vegetali) accanto ad alcune delle opere più conosciute del museo: per esempio all’ingresso si vede un’aquila reale impagliata, di fronte a un Rubens c’è un toro del Ducato di Veragua, e a fianco a un Goya c’è un minaccioso mamba nero.

Blanco ha passato tre anni a studiare le collezioni dei due musei – il Prado e quello di Scienze Naturali – oltre che l’Orto Botanico Reale, il Museo della Storia della Farmacia e i suoi propri lavori: ha selezionato 22 opere e per ciascuna ha cercato di trovare il posto più adatto all’interno del museo del Prado. Per il Prado si tratta di una specie di ritorno alle origini: l’edificio fu infatti progettato nel 1785 dall’architetto Juan de Villanueva (su ordine di re Carlo III di Spagna) come Museo della Storia Naturale della famiglia reale. Solo anni più tardi, sotto il governo del nipote re Ferdinando VII, divenne un museo di arte.