• blog
  • sabato 7 settembre 2013

Le scuse di Trudeau (e le nostre)

La pubblicazione di nuove strisce di Doonesbury riprenderà il 18 novembre

Il rientro all’attività normale di Garry Trudeau – autore della striscia di Doonesbury – era previsto per lunedì 9 settembre: si era preso l’estate per lavorare a un progetto televisivo e in questi mesi la sua distribuzione ha offerto ai media che lo pubblicano in tutto il mondo dei “Flashbacks”, repliche di storie già edite.
Ma Trudeau ha dovuto ammettere con una lettera in questi giorni di non riuscire ancora a riprendere, scusandosi. Ce ne rammarichiamo in quanto suoi lettori e anche in quanto suoi editori: la parte buona è che le storie dei Flashbacks risalgono anche a periodi in cui il Post non le pubblicava ancora, e i lettori del Post non le conoscono, come avverrà nella settimana che viene. Grazie della pazienza.

 

Sept. 3, 2013

Dear Editor:

Garry Trudeau has informed us that following “Doonesbury’s” return to Sunday comic pages, and as he continues to write and produce “Alpha House” for Amazon Prime, he has been forced to acknowledge a cruel reality: He’s human.

Garry writes: “I have hit the wall. This is a painful decision, but as the deadline loomed, I had to finally concede that the demands of completing the show have made it impossible for me to return to the strip on schedule. I deeply regret the inconvenience this will undoubtedly cause you, who have already shown much forbearance and patience through ‘Doonesbury’s’ absence. I greatly value your past loyalty, and look forward to returning to your pages in November.”

The bottom line is that the return of “Doonesbury” daily comics will be delayed for 10 more weeks, to the week of Nov. 18; Sundays will continue to be new and fresh. “Doonesbury Flashbacks” will give readers their daily dose of adventure from the Walden gang as we look forward to the next chapter in “Doonesbury’s” story.

Best regards,

Sue Roush
Managing Editor
Universal Uclick

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.