Eurozona, inflazione stabile all’1,6% a luglio, -0,5% su mese

Bruxelles (Belgio), 16 ago. (LaPresse) – L’inflazione annua nell’eurozona è rimasta stabile all’1,6% a luglio, lo stesso livello di aumento dei prezzi registrato a giugno. Lo rileva Eurostat, confermando la stima preliminare. Su base mensile l’inflazione nell’area della moneta unica è stata pari a -0,5%. A luglio 2012 era stato registrato un aumento annuo dei prezzi al consumo del 2,4%. In Italia l’inflazione annua ha rallentato a luglio all’1,2% dall’1,4% del mese precedente. Per quanto riguarda l’Ue a 28 (la Croazia è inclusa nel calcolo dal 1 luglio) l’aumento dei prezzi è stato dell’1,7% su anno, mentre su mese si è registrato un calo dello 0,4%. Tra i singoli Paesi, i tassi inferiori su luglio dello scorso anno sono stati rilevati in Grecia (-0,5%), Bulgaria (zero) e Danimarca (+0,4%) e i quelli superiori in Estonia (+3,9%), Romania (+3,4%) e Croazia (+3,7%). Gli impatti più rilevanti nell’area dell’euro si sono avuti dalla frutta (+0,12%), dalla verdura (+0,09%) e dal tabacco (+0,08%). Hanno al contrario rallentato telecomunicazioni (-0,18%), servizi medici (-0,08%) e carburanti per i trasporti (-0,06%).

© Copyright LaPresse – Riproduzione riservata

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.