• Scienza
  • spazio
  • Questo articolo ha più di nove anni

Lo spettacolare lancio del razzo riutilizzabile di SpaceX

Ha raggiunto per la prima volta l'altezza di 325 metri, poi sfruttando i suoi stessi motori è tornato indietro, con un atterraggio perfetto

La società spaziale privata statunitense SpaceX ha pubblicato su YouTube il video del suo test di lancio più recente, realizzato con il razzo riutilizzabile Grasshopper. Il razzo è alto 32 metri e il 14 giugno ha raggiunto per la prima volta l’altezza di 325 metri, successivamente è tornato lentamente verso la base di lancio, sfruttando i sistemi di propulsione per attutire e controllare la fase di rientro. L’intero test è stato ripreso dall’alto e il risultato è spettacolare.

Buona parte dei razzi utilizzati fino a ora si suddividono in diversi stadi man mano che raggiungono l’orbita terrestre, dove poi terminano il loro compito precipitando in mare o disintegrandosi nella loro fase di rientro nell’atmosfera terrestre. SpaceX sta lavorando a un sistema diverso, che renda i razzi completamente riutilizzabili. Questa soluzione, dicono i suoi ricercatori, renderebbe molto meno costoso il lancio di satelliti e altro materiale nello Spazio.

Grasshopper ha già superato diversi test nell’ultimo anno, raggiungendo a ogni prova maggiori altitudini. I precedenti test sono stati svolti a settembre, novembre e dicembre del 2012, mentre quest’anno due prove erano già state realizzate a marzo e ad aprile. Nel test di giugno è stato sperimentato un nuovo sensore per rendere più preciso e sicuro l’atterraggio del razzo dopo il lancio.