Nepal, elicottero italiano si schianta: un morto e 5 feriti

Roma, 20 giu. (LaPresse) – Un morto e 5 feriti non in pericolo di vita: è questo, secondo le prime ricostruzioni, il bilancio dell’incidente aereo che si è verificato ieri pomeriggio in Nepal. L’elicottero precipitato, secondo quanto riportato dal sito ‘Montagna.tv’, che ha parlato al telefono con Simone Moro, era di sua proprietà, ma lui non era a bordo. Secondo quanto riportato da ‘The Himalayan Times’, il mezzo, che era al servizio della Fishtail Air, si è schiantato al suolo nella zona di Tumkot, nell’estremo nord ovest del Nepal, nei pressi della riva del fiume Karnali. A bordo, riferisce il sito ‘Montagna.tv’, c’era un pilota italiano, Davide Spatola, lievemente ferito, mentre la vittima non ancora identificata è un nepalese. La Farnesina, contattata da LaPresse, ha riferito di essere informata dei fatti e di essere in comunicazione costante con il console italiano a Calcutta, che si occupa dell’area interessata dall’incidente, ma ancora non sono resi noti dettagli sulla dinamica dell’incidente. Simone Moro, che ora si trova a Roma, intervistato da ‘Montagna.tv’, ha raccontato: “L’elicottero è distrutto mi hanno detto. So che c’è un morto di nazionalità nepalese e tre feriti. So che il pilota era Davide Spatola, che mi hanno riferito è sopravvissuto e non è in pericolo di vita. Mi hanno detto che non c’è stata imperizia”.

© Copyright LaPresse – Riproduzione riservata

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.