La sparatoria davanti a Palazzo Chigi

Sono stati feriti due carabinieri, il sospetto attentatore è stato fermato

Questa mattina, intorno alle 11.40, un uomo ha sparato sei colpi di pistola contro due carabinieri davanti a Palazzo Chigi, la sede del governo. Uno dei due carabinieri ha riportato una ferita al collo ed è in prognosi riservata, mentre un altro è stato ferito alle gambe. Nessuno dei due è in pericolo di vita. L’attentatore è stato fermato e portato all’ospedale San Giovanni di Roma a causa di una lieve ferita riportata nella colluttazione.

La sparatoria è avvenuta nello stesso momento in cui i ministri del nuovo governo giuravano al Quirinale – circa un chilometro e mezzo di distanza da Palazzo Chigi. Il sospetto attentatore si chiama Luigi Preiti, nato a Rosarno (Reggio Calabria), nel 1964. Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha detto in una conferenza stampa intorno alle 14 che, per quello che si sa, la sparatoria è da ricondurre a un «gesto isolato».