• Cultura
  • Questo articolo ha più di nove anni

Chi era Maria Lai

Una delle più importanti artiste del Novecento, morta oggi a 93 anni, raccontata in un bel documentario

Nella mattina di martedì 16 aprile è morta l’artista sarda Maria Lai: era nata a Ulassai, nell’attuale provincia dell’Ogliastra, nel 1919 ed era malata da tempo. Considerata una delle artiste italiane più importanti del Novecento, per lei furono fondamentali gli incontri con Marino Mazzacurati, a Roma, e con Arturo Martini. Sotto la sua guida frequentò, unica donna, il Corso di Scultura dell’Accademia di Belle Arti dal 1943 al 1945.

Nei suoi lavori utilizzò molte tecniche e materiali diversi rubati alla vita quotidiana e legati al lavoro domestico e femminile: pane e telai, ricami e libri cuciti, ceramiche e terracotte, ispirandosi alle fiabe e alla tradizione della sua terra. A partire dagli anni ottanta la sua ricerca artistica si rivolse soprattutto agli interventi sul paesaggio come l’azione Legarsi alla montagna del 1981 nel quale tutte le case del suo paese d’origine e le montagne circostanti furono legate con un nastro azzurro lungo più di dieci chilometri. Grazie alla donazione di circa un centinaio di opere, ad Ulassai è stato creato un museo d’arte contemporanea a lei dedicato, “Stazione dell’Arte”.

In un documentario, Maria Lai si racconta:

Foto: Wikimedia