Come seguire il Conclave online

Guida minima a siti e applicazioni per gli aggiornamenti sui papabili e sull'elezione del nuovo papa

Martedì 12 marzo nella basilica di San Pietro in Vaticano si terrà la messa “pro eligendo Romano Pontefice”, che darà formalmente inizio ai riti del Conclave per l’elezione del nuovo papa, resa necessaria dopo le dimissioni di Benedetto XVI. Nel pomeriggio, i 115 cardinali elettori che parteciperanno al Conclave sfileranno in processione per recarsi alla Cappella Sistina. Terranno un giuramento e successivamente scatterà l'”extra omnes” (“fuori tutti”), il momento in cui dovranno lasciare la Cappella tutte le persone che non votano per l’elezione del nuovo pontefice. La porta di accesso sarà chiusa e sigillata dall’interno e inizieranno le votazioni. Il blog CyberTeologia di Antonio Spadaro ha messo insieme un interessante elenco di siti e applicazioni per seguire il Conclave online, per capire quali sono le quotazioni dei papabili e per ricevere aggiornamenti sulle fumate che usciranno dalla Cappella Sistina per annunciare l’esito delle votazioni (fumata bianca: papa eletto, fumata nera: papa non eletto).

Possiamo riassumere alcuni eventi e iniziative.

1) Gli account Twitter e le pagine Facebook dei Cardinali
Si è sviluppata una grande attenzione nei confronti dei cardinali che avevano un account Twitter o un profilo Facebook. Se brevi ma precise notizie venivano fornite dalla Sala Stampa vaticana, sono stati alcuni cardinali che hanno deciso di inviare ogni tanto alcuni tweets con messaggi che con discrezione comunicavano stati d’animo e inviti alla preghiera. Ciascuno dei cardinali che è su Twitter ha deciso personalmente cosa fare e come essere presente con naturalezza e senza forzature. Ovviamente con l’inizio del Conclave i cardinali si chiuderanno nel silenzio e questi tweets cesseranno di essere inviati. E questo è un gesto di coerenza perché l’ambiente digitale è interconnesso con quello fisico e dunque il silenzio non sarà “schizofrenico”, ma organico e riguarderà anche la comunicazione in Rete. Sono particolarmente seguite anche le pagine Facebook di alcuni Cardinali, come ha notato Jaime D’Alessandro sul Repubblica.

Infine è da notare la creazione di alcuni account Twitter legati agli eventi del Conclave per lo più gestiti da vaticanisti o da persone interessate. Anche se riportano nomi e immagini dell’account che fanno immaginare una qualche ufficialità non sono dei “fake”, cioè account falsi, ma iniziative di commento e di informazione che spesso rilanciano notizie più ufficiali

2) Le iniziative di preghiera e di riflessione nell’ambiente digitale
Tuttavia questo, che è il primo Conclave che si terrà dalla diffusione dei social networks (avvenuta poco dopo l’elezione di Benedetto XVI), si caratterizza per le svariate forme di partecipazione sociale a questi eventi legati alla elezione del Pontefice. C’è un desiderio e un bisogno di partecipazione che colpisce. Accanto alla conversazione sociale sono così apparse alcune iniziative quali, ad esempio, Adopt a cardinal. L’iniziativa ha come scopo quello di farsi assegnare un Cardinale da supportare con la preghiera e l’intercessione prima e durante il conclave e per i tre giorni successivi all’elezione. Alla vigilia del Conclave hanno aderito all’iniziativa 500.000 persone.

continua a leggere su CyberTeologia