• Mondo
  • mercoledì 16 Gennaio 2013

Un elicottero si è schiantato a Londra

Nella zona di Vauxhall, vicino al Tamigi, contro una gru a circa 180 metri di altezza: ci sono due morti e nove feriti

Punto della situazione, 12.00 – Questa mattina, intorno alle 8 ora locale (le 9 in Italia) un elicottero si è schiantato contro una gru nella zona di Vauxhall, nel centro di Londra.

Nell’incidente sono morte due persone, quattro sono rimaste ferite e sono state portate in due ospedali londinesi, altre cinque sono state curate sul posto. Un ferito è stato definito in condizioni “critiche” dal capo della polizia di Londra, Bernard Hogan-Howe, ma poco dopo il servizio ambulanze della città ha smentito la notizia, dicendo che tutti i feriti sono stati trattati per ferite lievi. Uno dei morti sembra essere il pilota dell’elicottero, un Agusta-Westland AW109, un velivolo a due motori e con otto posti. Poco dopo mezzogiorno, i vigili del fuoco hanno detto che a bordo del mezzo c’erano due persone, mentre in precedenza si era parlato del solo pilota.

Dopo lo schianto con la gru a circa 180 metri d’altezza – in condizioni di scarsa visibilità, come dimostra questa foto scattata poco prima dell’incidente – l’elicottero è caduto a terra vicino a una strada molto trafficata, causando un incendio che è stato successivamente spento dai vigili del fuoco, intervenuti con circa 80 uomini nel corso della mattina, in circa 20 minuti. Non è ancora chiaro da quale eliporto fosse partito il velivolo. L’incidente è avvenuto vicino a Wandsworth Road, nell’area di South Lambeth, nei pressi del fiume Tamigi. La zona è quella del Vauxhall Bridge, dove si trova la sede centrale dei servizi segreti britannici, l’MI6. Le autorità hanno finora escluso una connessione con il terrorismo.

La gru, che ora è pesantemente danneggiata e definita “in condizioni precarie” dai vigili del fuoco, faceva parte del cantiere di un edificio residenziale nella zona di St. George Wharf: l’edificio, The Tower, sarà probabilmente il più alto edificio a uso abitativo d’Europa, una volta che sarà completato. Al momento dello schianto, si crede che un operaio stesse lavorando come operatore della gru.

Il sistema dei trasporti della zona, normalmente molto trafficata, è stato pesantemente condizionato dall’incidente: il traffico sul Vauxhall Bridge e in alcune strade è stato bloccato e la stazione ferroviaria è stata chiusa. La stazione della metropolitana di Vauxhall, sulla Victoria Line, ha riaperto insieme alla stazione ferroviaria poco prima delle 12 ora italiana. Alcune barche dei vigili del fuoco stanno percorrendo il Tamigi dopo alcune indicazioni che un uomo potrebbe essere caduto in acqua.

Non è chiaro che cosa abbia causato l’incidente: normalmente, gli elicotteri che sorvolano la zona seguono un percorso lungo il fiume a circa 450 metri di altezza, molto più in alto della quota a cui è avvenuto l’incidente. Secondo le prime ricostruzioni, il pilota si sarebbe abbassato molto rispetto alla quota normale per poter seguire riferimenti a terra, una procedura che viene seguita in condizioni di scarsa visibilità come quelle di questa mattina a Londra.

— — —

11.19 – Il capo della polizia di Londra, Bernard Hogan-Howe, ha detto che nell’incidente sono morte due persone e altre nove sono rimaste ferite, con una di queste che è in condizioni “critiche”.

11.14 – Oltre alla stazione dei treni di Vauxhall, un importante punto di passaggio per i pendolari, anche la stazione della metropolitana di Vauxhall sulla Victoria Line è chiusa, con i treni che non caricano e scaricano i viaggiatori.

11.10 – Il servizio di ambulanze di Londra ha appena comunicato che il numero di persone ricoverate in conseguenza dell’incidente è salito a quattro. Altre 4 stanno venendo curate sul luogo a causa dello shock.

11.04 – Una mappa dei percorsi consentiti agli elicotteri a Londra, dal sito della Civil Aviation Authority inglese. L’incidente è avvenuto nei pressi dell’eliporto di Battersea. Il Guardian scrive che se le condizioni di visibilità sono scarse – come questa mattina – possono circolare solo i piloti che hanno ottenuto l’abilitazione per il volo strumentale.

10.58 – Una telecamera di TfL, la società dei trasporti di Londra, riprende la zona dell’incidente: in questo fotogramma, postato da un giornalista inglese, si vedono quelli che sembrano i resti della gru in strada.

10.55 – Il Guardian scrive che alcune barche stanno perlustrando il Tamigi dopo la segnalazione di persona in acqua, probabilmente in collegamento con l’incidente.

10.40 – I pompieri di Londra hanno detto di aver salvato una persona da una macchina in fiamme nella zona dell’incidente. Dopo lo schianto, l’elicottero ha perso carburante e molto è finito al suolo.

10.31 – La polizia di Londra ha detto che nell’incidente sono morte due persone. Altre due sono state portate a un ospedale nella zona sud di Londra, ma sulle loro condizioni non ci sono ancora informazioni.

10.27 – BBC News ha preparato una mappa dei luoghi dell’incidente.

10.22 – Due immagini della gru danneggiata e “in una posizione precaria”, come hanno detto i pompieri di Londra, a diverse decine di metri di altezza. Sono state postate da un giornalista del quotidiano City AM.

 

10.14 – I pompieri di Londra dicono che nella zona sono impegnate circa 60 persone e diversi mezzi, e che stanno rispondendo alle segnalazioni di una gru “in una posizione precaria” dopo lo schianto.

 

10.10 – La polizia di Londra ha detto che la collisione è avvenuta probabilmente con una gru che era sulla cima di un edificio in costruzione, riporta l’agenzia di stampa di Londra. L’aeroporto di Londra-City ha detto che la scarsa visibilità ha interrotto per il momento le attività dello scalo.

10.01 – Sky News dice che l’elicottero era un Agusta 109 e che il luogo dello schianto è stato vicino a South Lambeth Road, nei pressi di una linea ferroviaria. I treni sulla linea si sono fermati per alcuni minuti ma hanno già ripreso a circolare, anche se la stazione dei treni di Vauxhall è stata chiusa alla salita e alla discesa dei passeggeri: i treni si limitano a passare attraverso, senza fermare. Sky News dice che a bordo c’era probabilmente solo una persona, ma che non ci sono ancora dettagli su altre persone coinvolte. Nella zona sono state chiuse alcune strade.

9.57 – L’account Twitter BreakingNewsUK ha postato un video della situazione a terra poco dopo l’incidente, caricato dall’utente YouTube niczerogoeshome.

9.55 – Vauxhall è una zona del centro di Londra, sulla riva sud del Tamigi, più o meno all’altezza del Palazzo di Westminster. Al Vauxhall Bridge si trova il quartier generale dei servizi segreti britannici, l’MI6. Nell’area sono in corso grandi lavori di sviluppo edilizio, con la costruzione di appartamenti e uffici. L’incidente è avvenuto vicino a Wandsworth Road.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Aggiornamento, 9.44 – L’incidente è avvenuto intorno alle 8 di mattina ora locale, le 9 in Italia. Il London Fire Service ha confermato che sono coinvolte anche due auto: l’elicottero è caduto vicino a una strada molto trafficata. Intanto, su Twitter vengono pubblicate diverse immagini della zona.

 

— — —

Un elicottero si è schiantato contro una gru nella zona di Vauxhall, nel centro di Londra. I pompieri di Londra stanno intervenendo con una ventina di mezzi. L’elicottero, dopo lo scontro, è caduto al suolo colpendo un edificio e scatenando un grande incendio: una grande colonna di fumo è visibile vicino al fiume Tamigi. Sky News, che ha iniziato una diretta dall’area dell’incidente, riporta che al momento si crede che solo il pilota fosse a bordo del mezzo e che anche due auto siano coinvolte.