• Italia
  • mercoledì 5 Dicembre 2012

Scampia, mercoledì

Un pregiudicato è stato ucciso nel cortile di una scuola materna di Napoli, dove si era rifugiato fuggendo da una prima sparatoria

Luigi Lucenti, un pregiudicato di 50 anni considerato vicino al clan camorristico Abbinante, è stato ucciso oggi a Scampia, nella periferia nord di Napoli. Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, Lucenti è stato avvicinato da due persone a volto coperto a bordo di uno scooter che lo hanno colpito sparando diversi colpi di arma da fuoco. Dopo essere stato ferito, Lucenti ha cercato rifugio nel cortile di una scuola materna nei pressi di via Fratelli Cervi dove però è stato raggiunto e ucciso. Nella scuola non c’era il figlio della persona uccisa, dice il Mattino, contrariamente a quanto riferito da varie testate nazionali.

I carabinieri hanno dichiarato che non sono rimaste ferite altre persone. Al momento dell’agguato, verso l’ora di pranzo, i bambini erano all’interno dell’istituto. Una volta diffusa la notizia i genitori si sono recati a scuola e i docenti hanno accompagnato fuori i bambini da un’uscita secondaria, proprio per evitare che vedessero il cadavere. Lucenti ha molti precedenti per associazione a delinquere e droga.