• Mondo
  • domenica 4 Novembre 2012

I pescatori di Mumbai

Le belle foto di pescatori indiani e della loro vita quotidiana scattate nei villaggi intorno a Mumbai dal fotografo indiano Rajesh Kumar Singh

Mumbai è la città più moderna dell’India, dove ha sede la più grande industria cinematografica del mondo e dove abitano i grandi industriali, divenuti ricchi con il boom economico. Mumbai riassume in sé i contrasti dell’India: un paese in tumultuosa crescita economica, dove dalle università escono migliaia di ingegneri elettronici l’anno, ma dove ci sono ancora grandi sacche di povertà e di miseria. Uno dei simboli di questo contrasto sono i Koli, che pescano all’ombra dei grattacieli di South Mumbai.

Li ha fotografati Rajesh Kumar Singh, un fotografo indiano che lavora per Associated Press e per molte altre agenzie fotografiche. Le sue foto dall’India sono molto diffuse. I Koli sono i discendenti degli abitanti originari di quella manciata di isole che, unite artificialmente più di cento anni fa, crearono la moderna Mumbai. Diversi dal resto degli indiani per costumi e tradizioni, sono stati lentamente spinti a vivere in baraccopoli e villaggi alla periferia della città.

Mumbai è una città in espansione, ma è stretta contro il mare, quindi i terreni dei Koli sono molto ambiti dagli speculatori edilizi. Sfratti e demolizioni delle case dei Koli da parte della polizia sono frequenti. Uno dei modi che questi pescatori hanno per difendersi è quello di girare brevi film per denunciare la loro oppressione.

Il problema con l’India