• Mondo
  • giovedì 11 ottobre 2012

Un parcheggio multipiano è crollato in Florida

Due persone sono morte e un operaio è rimasto intrappolato nelle macerie per ore

Due persone sono morte a causa del crollo di un parcheggio multipiano nel campus dell’università di Miami-Dade, nella città di Doral, in Florida. Un operaio è rimasto intrappolato dalla vita in giù nella cabina di un camion per alcune ore: i medici giunti sul posto gli hanno amputato le gambe fin sopra il ginocchio e lo hanno trasportato in condizioni critiche all’ospedale più vicino. Le squadre di soccorso sono ancora in cerca di eventuali feriti tra i piloni di cemento e le macerie metalliche, e temono che una terza persona sia morta nell’incidente.

Il crollo è avvenuto ieri verso le 11:40 di mattina (le 17:40 in Italia), quando il tetto di una sezione del parcheggio è collassato sui quattro piani sottostanti. Nella zona non c’erano studenti ma circa trenta operai, di cui dieci sono rimasti feriti. Il campus è stato subito sgomberato e rimarrà chiuso per il resto della settimana. Nel frattempo è stata aperta un’inchiesta per fare chiarezza sulle cause del crollo. La costruzione del parcheggio multipiano era iniziata lo scorso febbraio e sarebbe terminata a dicembre. Il progetto, del costo di 22,5 milioni di dollari, prevedeva 1.855 posti auto e il primo piano avrebbe ospitato aule e uffici.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.